0 0

Le 5 Cose che il MI non Tollera su Facebook

Il Milanese Imbruttito nei pochi momenti di pausa della sua giornata scorre in maniera distratta e fugace la bacheca di Facebook. Lo fa in maniera distratta col suo Iphone o davanti al pc mentre mangia un tramezzino al volo. A volte lo fa per sorridere delle giargianate altrui o per non perdere il contatto con il mondo che lo circonda. Ma proprio quando è convinto di trovare un po’ di pace e svago nel social network più famoso del mondo viene assalito da status, foto e link che mai avrebbe voluto vedere.

Ecco 5 cose che al MI vanno salire il sangue al cervello:

1_Taggatore Folle: avete presente quel vostro contatto Facebook che sente il bisogno di taggare decine e decine di persone sempre e comunque? Serata al cinema, in pizzeria, davanti a un comunissimo cocktail. Ogni occasione è buona per mostrare al mondo che anche lui si diverte e ha una vita sociale. Prima di tutto: “che sbatti c’hai di taggare sempre tutti?” Seconda cosa: se anche il MI si dovesse taggare ad ogni evento a cui partecipa (tipo i suoi 5 aperitivi a incastro in una sera) tu finiresti in analisi. Keep calm.

2_Fotografo mancato: probabilmente il vostro contatto Facebook ha studiato fotografia con scarsi risultati ma non ha capito l’antifona. Scatta foto a mitraglietta e le pubblica tutte: cibo, tramonti, animali, selfie imbarazzanti. In modalità viaggio ti fa rosicare con foto di spiagge paradisiache mentre tu sgobbi in ufficio. In modalità fidanzato ti fa venire il diabete con i suoi mille album da 200 foto ciascuno. In modalità futuro sposo ti tempesta più di Enzo Miccio. In modalità moglie incinta ti documenta il tutto facendoti venire le contrazioni preparto. Toglietegli la fotocamera!

3_Geolocalizzatore seriale: in principio si è dilettato con Foursquare puntando a diventare sindaco praticamente di ogni punto della città: pub, pizzerie, discoteche, chiese, bagni pubblici e persino del divano di casa sua. Adesso però Foursquare non gli basta più e quindi si geolocalizza su Facebook praticamente ovunque. Il MI si imbruttisce ancora di più a ogni sua notifica. Punto primo: “se io frequentassi i posti da giargiana che frequenti tu non ne andrei così fiero” Seconda cosa: “anche se sei fiero della tua serata pensi davvero che a noi possa interessare qualcosa?”

4_Cuori come se non ci fosse un domani: quale Imbruttito non ha tra i contatti una bimbaminkia? Non importa l’età: esiste in versione teenager, trentenne e divorziata frustrata. In ogni caso lei ti colonizza la news feed con link strappalacrime, messaggi per la sua BFF (Best friend forever), canzoni neomelodiche per il suo love, campagne sociali in difesa degli animali e dei più deboli. Il tutto accompagnato da un centinaio di cuoricini e dall’avvertimento perentorio: condividi se hai un cuore.

5_La gente che si lamenta: L’elenco dei contatti che utilizzano Facebook come sfogo è davvero infinito: l’incazzato politico, il disfattista, quello che si stava meglio quando si stava peggio, quello che all’estero è tutta un’altra cosa, quello che si lamenta per il traffico (con foto annessa di lui in coda), quello che fotografa il termometro in auto (si muore dal caldo, o si gela brrr), quello che fa le foto di lui in coda (dal dottore, in posta, in cassa all’Esselunga). Anche in questo caso il MI è tormentato da una domanda: “cazzomene dei tuoi sbatti mi bastano i miei”. Ci devi mollare.

 

Commenti Facebook
Iscriviti alla Newsletter Imbruttita

Inviando questo modulo, confermi di accettare la nostra politica sulla privacy.


Il Milanese Imbruttito

Una pagina Facebook che nasce dopo un’attenta e imparziale osservazione della città, delle sue abitudini, del suo linguaggio e delle diverse tipologie umano/metropolitane che vivono e lavorano a MILANO.

La chiave e il tono ironico/realista che ne caratterizzano i contenuti, la identificano come riferimento e testimonianza moderna delle dinamiche sociali e dei cambiamenti linguistici all’interno della città.

Il Milanese Imbruttito non è né in orario, né in anticipo, né in ritardo; è già lì!

Vieni a trovarci sui nostri social!