0 0

Non siamo solo “cutuleta e risutin”: la classifica dei 5 migliori Sushi Imbruttiti

Smentiamo immediatamente Max, che nutre seri dubbi a riguardo: “ma se l’è ‘sto sushi? Na bela cutuleta, un risutin e va da via i ciap cines e giapunes”. Il cibo giapponese si è dimostrato essere un tema caldo – anche se sarebbe più giusto definirlo “freddo” – al pari della pizza, e sebbene Pasquale sia diffidente – “io il sushi lo do ai gatti” – la stragrande maggioranza degli Imbruttiti mastica cultura e piatti nipponici con una padronanza da far invidia agli abitanti del Paese del Sol Levante. Appurato che, come immaginavamo già in partenza,“le cinesate e gli all you can eat sono proprio da Giargiana” (Beppe), ecco la Classifica Imbruttita dei 5 migliori ristoranti sushi diMilano.

1_ Poporoya Sushi Bar, Via Eustachi 17 e Ristorante Shiro Poporoya, Via Eustachi 20

poporoya

“Il Poporoya è per i veri Milanesi Imbruttiti!” Elena

“Chirashi misto da paura!” Aldo

“L’unico vero giapponese da 30 anni, sempre top! Shiro tutta la vita!” Emi

Oltre 300 pareri unanimi confermano che il Poporoya è un’istituzione milanese che negli anni non cede il passo a niente e nessuno. Il suo fondatore e proprietario, il signor Hirazawa Minoru detto Shiro – diplomato alla prestigiosa scuola di cucina Tsuji di Osaka – è l’artefice e l’anima pulsante non solo dei sui locali, ma dell’intera storia della ristorazione giapponese nel nostro Paese. Al minuscolo e storico sushi bar al numero 17 di Via Eustachi, completamente ristrutturato nell’agosto del 2013, dal 2007 si è affiancato un vero e proprio ristorante al civico 20 della stessa via, di cui sempre il mitico Shiro è cuoco e gestore. Per i feticisti della cucina nipponica, aggiungiamo poi che è l’unico coraggioso chef in Italia con la patente per la preparazione del fugu, anche noto come pesce palla. www.poporoyamilano.com www. ristoranteshiropoporoya.it

Commenti Facebook


Il Milanese Imbruttito

Una pagina Facebook che nasce dopo un’attenta e imparziale osservazione della città, delle sue abitudini, del suo linguaggio e delle diverse tipologie umano/metropolitane che vivono e lavorano a MILANO.

La chiave e il tono ironico/realista che ne caratterizzano i contenuti, la identificano come riferimento e testimonianza moderna delle dinamiche sociali e dei cambiamenti linguistici all’interno della città.

Il Milanese Imbruttito non è né in orario, né in anticipo, né in ritardo; è già lì!

Vieni a trovarci sui nostri social!