0 0

Tutti al Fuorisalone, ma intanto a Expo…

 

Nonostante l’attenzione dl M.I. durante la scorsa settimana fosse tutta focalizzata sul Fuorisalone, ciò non significa che la macchina (o il baraccone?) di Expo sia stata dormiente, anzi. Ecco allora un sunto veloce di quello che è accaduto dalle parti della manifestazione più attesa e allo stesso tempo odiata dell’anno, mentre noi stavamo cercando di districarci tra un’installazione, un evento, un paio di cocktail e un finto hamburger gourmet.

Mezzi pubblici in servizio 24 ore al giorno, 7 giorni su 7

Sia chiaro, benissimo che i mezzi pubblici effettuino un servizio no-stop (e ci mancherebbe pure!), ma perché doverne godere solo durante il periodo di Expo? Quindi, ben venga il piano di potenziamento straordinario messo in campo da Atm in collaborazione con il Comune di Milano per il fatidico semestre, ma – anziché limitarsi a quello – non è forse arrivato il momento di comportarsi come qualsiasi capitale internazionale che si rispetti e prevederlo tutto l’anno, indipendentemente dalla manifestazione? C’è da sperare che

In sostanza, dalla tarda serata fino all’alba sarà possibile viaggiare – dal lunedì alla domenica – sulle linee sostitutive della metropolitana: la 151 (M1) , che per l’occasione verrà anche prolungata da Molino Dorino a Rho Fiera, la 152 (M2) e 153 (M3) e la N42 (Bicocca-Centrale). Ma anche sulle linee N15 (Gratosoglio – San Babila), N6 (Cadorna – Centrale), N24 (Duomo – Vigentino), N27 (San Babila -Viale Ungheria), 90/91, (Lodi M3 – Lotto), N50 (Lorenteggio – Cairoli), N54 (Lambrate – Duomo), N57 (Quarto Oggiaro – Cairoli), N80 (De Angeli – Quinto Romano) , N94 (Porta Volta – Cadorna), per un totale di 15 bus attivi.

Stesso discorso per il BikeMI: fino alla chiusura dell’Esposizione Universale sarà infatt attivo l’orario esteso, con la possibilità di utilizzare le bici in condivisione 24 ore su 24 il venerdì e il sabato, e fino alle 2 di notte negli altri giorni. Oltre alle 3.600 biciclette tradizionali, saranno disponibili anche in orario notturno anche quelle elettriche, in arrivo nelle prossime settimane.

expo

Fattelo tu un ape con le cavallette

Un carico di insetti commestibili, tra cui grilli, tarantole, cavallette e scorpioni, era in procinto di raggiungere il sito di Expo 2015 per una mostra sul cibo globale del futuro, allestita dalla Società Umanitaria nel Future Food District, ma è stato bloccato a Malpensa in attesa del via libera da parte del Ministero della Salute. Sì, perché a quanto pare nel mondo ci sono 2 miliardi di persone che si nutrono di insetti commestibili – confezionati in bustine sottovuoto o in scatolette di latta – e non stiamo parlando di asiatici con bizzarre abitudini alimentari, ma di Belgi, Olandesi e Francesi, le cui nazioni ne consentono già la produzione e la vendita. Dunque, se arriverà il nulla osta, anche i Milanesi avranno la possibilità di gustare scorpioni al cioccolato, cavallette arrostite e grilli caramellati, ché noccioline e anacardi sembra non siano più tanto cool.

Inaugurazione senza gadget

I gadget di abbigliamento e altri accessori, a partire da t-shirt, felpe e cappellini, con il logo di Expo 2015 saranno realizzati dagli “official retailer” Ovs ed Excelsior, che però hanno totalmente cannato la deadline ufficiale: il merchandising a marchio Expo mancherà infatti all’inaugurazione del 1° maggio, e sarà disponibile soltanto a partire dalla metà del mese. Il ritardo è dovuto – stando alle dichiarazioni ufficiali – a “una serie di problemi che abbiamo avuto ma gestito” con Ovs e Rinascente “sedendoci al tavolo con i due amministratori e trovando una soluzione”. Ora, non che qualche M.I. avesse intenzione di acquistare le magliette di Expo – manco fossimo a un concerto di Springsteen – ma certo è che inaugurare una manifestazione senza il merchandiding ufficiale non è la mossa più furba per tutti i turisti che si riverseranno a Rho. Ad ogni modo, segnaliamo che Rinascente resterà presente all’Expo Gate, mentre Ovs ed Excelsior saranno sul sito con due store di circa 250 metri quadri ciascuno: le due strutture apriranno il 18 maggio e al termine di Expo saranno trasformate in un asilo per i figli dei dipendenti di Coin.

Commenti Facebook
Iscriviti alla Newsletter Imbruttita

Inviando questo modulo, confermi di accettare la nostra politica sulla privacy.


Il Milanese Imbruttito

Una pagina Facebook che nasce dopo un’attenta e imparziale osservazione della città, delle sue abitudini, del suo linguaggio e delle diverse tipologie umano/metropolitane che vivono e lavorano a MILANO.

La chiave e il tono ironico/realista che ne caratterizzano i contenuti, la identificano come riferimento e testimonianza moderna delle dinamiche sociali e dei cambiamenti linguistici all’interno della città.

Il Milanese Imbruttito non è né in orario, né in anticipo, né in ritardo; è già lì!

Vieni a trovarci sui nostri social!