0 0

La top 10 dei film da rivedere prima di Natale

5_ Una promessa è una promessa


Credit immagine

Un Arnold Schwarzenegger Imbruttitissimo e troppo impegnato nel business, si dimentica di presenziare alla recita di Natale del figlio. Per riscattarsi, decide di dedicare i giorni che precedono il Natale alla ricerca del regalo desiderato dal bambino, cosa che gli provoca una serie inaudita di sbatti. Un ibrido tra un classicone di Natale e un action movie dove partono pure due schiaffi.

4_ Il Grinch


Credit immagine

Cosa succede se l’essere che più detesta il Natale al mondo viene invitato a Chinonsò, il paese dentro un fiocco di neve che si prepara tutto l’anno al grande evento? Un bordello inaudito che si risolve con la conversione finale dell’omino verde. Aaah… che miracoli, il Natale!
Dedicato a tutti i musoni che odiano le feste solo perchè va un sacco di moda.

3_ Canto di Natale di Topolino


Credit immagine

Sul terzo gradino del podio un classico dei classici: l’adattamento di “A Christmas Carol” di Dickens in versione Disney. Indimenticabile.

2_ Mamma ho perso l’aereo


Credit immagine

Qualcuno potrebbe lamentarsi del secondo posto, ma aspettate di vedere il primo. Mediaset ce l’ha rifilato talmente tante volte, che in molti si ricordano persino le battute a memoria. Un’icona anni ’90 che ha accompagnato tante Vigilie di Natale. Non ve lo ricordate? Siete quelli che i francesi chiamano Les Incompétents.

1_ Una poltrona per 2


Credit immagine

Un barbone diventa milionario e il broker milionario si ritrova in mezzo alla strada. La storia preferita del self-made man Imbruttito, il sogno di tutti i “Vorrei ma non posso”, la vendetta perfetta del povero contro il ricco. Storia per altro farcita da un lieto fine in cui i due, una volta capito di essere stati usati da due vecchi finanzieri, si vendicano. Ma tutto è bene quel che finisce bene… soprattutto la Vigilia di Natale.

Credit immagine di copertina

Il Milanese Imbruttito

Una pagina Facebook che nasce dopo un’attenta e imparziale osservazione della città, delle sue abitudini, del suo linguaggio e delle diverse tipologie umano/metropolitane che vivono e lavorano a MILANO.

La chiave e il tono ironico/realista che ne caratterizzano i contenuti, la identificano come riferimento e testimonianza moderna delle dinamiche sociali e dei cambiamenti linguistici all’interno della città.

Il Milanese Imbruttito non è né in orario, né in anticipo, né in ritardo; è già lì!

Vieni a trovarci sui nostri social!