0 0

Prevista grande nevicata aMilano il giorno di Natale: ed è subito sbatti!

Allarme neve: da qualche giorno su FB e altri social circola lenta ma inesorabile una notizia che ha del catastrofico: tra Natale e Santo Stefano, a quanto pare, arriverà una grande nevicata.
Il meteo.it si affida a modelli matematici che disegnano una concentrazione di vorticità polare sull’artico russo-scandinavo e una progressiva diminuzione di pressione al largo dell’Atlantico. Che tradotto in soldoni vuol dire un sacco, un mucchio di neve che potrebbe scendere giù dal ciel (o mio Signoooore) con tutte le conseguenze nefaste del caso.

wham
Credit immagine 

E già si parla di nevicata del secolo, uguale uguale a quella del 1985, quando noi pseudo paninari cantavamo a squarciagola Last Christmas degli Wham! giocando a palle di neve in San Babila. Beata gioventù.

I commenti del Milanese Imbruttito sui social sono del tipo: “E’ la fine del mondo”. “Siamo fritti”. “Addio”. “Mi chiudo in casa, ci rivediamo ad Aprile”. Fino a più lapidari: “Uhssignur”.
Già, perché l’Imbruttito ama la neve, ma solo quando è a Cortina o a Courma: in città ovviamente la detesta, considerandola nella sua personalissima scala Richter delle catastrofi addirittura peggio di uno sciopero generale dei mezzi proclamato ad oltranza… Neve aMilano significa niente motorini, parcheggio ancora più sbatti, arrivederci ai tacchi dodici, e poco importa se le strade sono pulite e gli spazzaneve lavorano alacremente.

che-gelo
Credit immagine 

Neve aMilano significa anche rallentare il traffico, (comec***o si fa ad arrivare in ufficio puntuali?) gente tappata in casa – i gestori dei locali stanno già sacramentando all’idea – difficoltà di vario genere nel pulire le auto, ghiaccio e pavè (combinazione mortale), per non parlare del picio pacio color catrame che si forma nella fase di scongelamento.
E così, mentre le fashion blogger si portano avanti studiando dei look prèt à porter da alta montagna – ma in città – con quel tocco un po’ shabby chic e al contempo Aspen oriented, Il Milanese Imbruttito, previdente come al solito, corre ai ripari senza batter ciglio. Compra sacchi di sale, catene, raschietti da ghiaccio e pare persino che da Decathlon in Foro Buonaparte i kit di sopravvivenza (maglia termica + calzamaglia + dopo sci da montagna) stiano andando letteralmente già a ruba.

Noi vi abbiamo avvisato!.

Credit immagine di copertina  

Commenti Facebook


Il Milanese Imbruttito

Una pagina Facebook che nasce dopo un’attenta e imparziale osservazione della città, delle sue abitudini, del suo linguaggio e delle diverse tipologie umano/metropolitane che vivono e lavorano a MILANO.

La chiave e il tono ironico/realista che ne caratterizzano i contenuti, la identificano come riferimento e testimonianza moderna delle dinamiche sociali e dei cambiamenti linguistici all’interno della città.

Il Milanese Imbruttito non è né in orario, né in anticipo, né in ritardo; è già lì!

Vieni a trovarci sui nostri social!