0 0

Le 5 cose che rendono il lunedì una giornata ancora più di merda

Il lunedì mattina è la cosiddetta morte sociale che non è, al contrario di quanto si possa pensare, uscire di casa conciati come dei Barbapapà e beccare le cotte storiche degli ultimi 10 anni. No, è ben peggio. È quella giornata che il venerdì, mentre si programmano i bagordi del weekend, sembra così lontana, irraggiungibile. Si pensa sempre di avere tutto il tempo per riprendersi e invece, dopo una domenica in coma passata a fare il saccottino con il pleid dal divano al letto, ecco che puntuale suona la sveglia e il fatidico momento è arrivato. Purtroppo non esiste un manuale di sopravvivenza e anche se fai una colazione alla Mulino Bianco da 10 kg per chiappa, ti inietti per endovena vitamine e steroidi, non avrai mai energie sufficienti ad alzarti con gioia e affrontare la giornata. Pensa poi, se ci fossero delle aggravanti. Ecco allora le 5 cose che rendono il lunedì una giornata ancora più di merda.

1_ La via della pupù

canecacca-MilaneseImbruttito

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Credit immagine

Sia che abitiate nel quartiere più chic di Milano o nella periferia più gangsta-rap da sparatorie via finestrino della macchina, la via della pupù è sempre presente e immancabilmente è quella che dovete percorrere in direzione lavoro. Lor distinti signori proprieteri di pelosetti a quattro zampe, infatti, sono soliti strocere il naso alla luce del giorno di fronte a proprietari negligenti o che non hanno la stessa marca di sacchettini profumati, ma poi… TAAAC! Dopo un’intero weekend trascorso a rimpinzare come dei tacchini i loro adorati con speciali manicaretti, ecco che escono di soppiatto alle 7 del lunedì mattina per alleggerire di giusto quei 2/3 kg il povero animale, lasciando a noi sventurati il famoso ricordino. Lo slalom è una disciplina, mai come ora da rivalutare.

2_ I mezzi Nottetempo

mezzi-MilaneseImbruttito

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Credit immagine

Se pensate di essere gli unici mentalmente e fisicamente rallentati in questa meravigliosa giornata, state pure tranquilli che siete in buona compagnia. L’App dell’ATM inizia a fare le bizze perchè anche lei ha avuto un weekend difficile, e mentre stai correndo in fermata per prendere l’autobus, ti accorgi che in realtà è già passato e ti segna ricalcolo. Alla faccia dei 4 minuti rimanenti! Se sei in orario, invece, per la proprietà del attenderai sempre il doppio di quanto vorresti attendere-sarebbe umano attendere, eccoti un 15 minuti buoni buoni che, non rientrando nei tuoi svizzerissimi piani per arrivare in ufficio con 5 minuti d’anticipo, ti faranno ritardare, costandoti occhiate da parte di tutti a la sera leoni, al mattino co*****i. L’andatura a singhiozzi è tipica dei mezzi in ritardo in pieno traffico, si consiglia una colazione leggera.

3_ Il traffico sonnambulo

traffico-MilaneseImbruttito

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Credit immagine

Il prolungamento della mano del Milanese Imbruttito sono le chiavi della sua macchina, dalle quali non si separa mai, neppure in caso di emergenza. Se dovessi nascondergliele, gli procureresti un infarto simultaneo. Andare al lavoro in auto però non è idilliaco quanto si potrebbe pensare, soprattutto il lunedì mattina. Come voi, altre millemila persone sono imbottigliate nel traffico e se chi si scaccola è innocuo, c’è anche chi strombazza perforandoti il timpano, chi ti fuma nell’orecchio se hai giù il finestrino, chi riesce a broccolarti perchè in rotonda ti è entrato così tanto nella portiera che potete scambiarvi paroline d’amore o decidere dove andare a fare colazione. Se tutto questo può far ridere, alle 7.50 fa solo accrescere l’istinto omicida.

4_ L’implicabile meteo

tempesta-MilaneseImbruttito

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Credit immagine

Se le temperature invernali non contribuiscono all’entusiasmo, il meteo in generale non riserva mai grandi gioie il lunedì. Cosa c’è di meglio di un bell’acquazzone di quelli che sei così rinco da non notare mentre ti ingelli e infiocchetti ma che poi, una volta uscito, ti ritrovi bagnato pure la maglia della salute? Per aumentare il livello di stronzaggine, potremmo aggiungere del vento che – oltre a piegarti l’ombrello facendoti sembrare uno spastico – muove tende d’acqua che pure in fermata, riescono a sferzarti la caviglia con il risvoltino, dallo spiraglio che intercorre tra cemento e vetro della pensilina. Punizione divina? Chissà. Sta di fatto che, un Imbruttito in muta da sub in bici o che se la corre in metro, ancora dobbiamo vederlo.

5_ Il logorroico

logorroico-MilaneseImbruttito

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

L’ottava piaga del lunedì mattina è portarsi appresso una persona che non ha ben che meno la minima intenzione di tapparsi la bocca, risparmiandoti dalle sue chiacchere. Se avevi intenzione di riposare con le cuffiette per i successivi 30 minuti di viaggio che ti aspettano, con un soggetto del genere, riuscirai a farlo sì e no 30 secondi. Sono quelle persone che anche se passi con loro la maggior parte del tempo, han sempre qualcosa da dirti o qualcuno di cui lamentarsi. Per carità, sono assolutamente adorabili e il fervore con cui raccontano avvenimenti e vicende potrebbe infiammare legioni e legioni di soldati. Solo che a te, non frega una beneamata bega, o – meglio – non hai le forze se non per annuire o dissentire e preghi in ogni lingua terrena che qualcuno o qualcosa ponga fine al supplizio. Va bene tutto, ma magari non alle 7,30!

Credit immagine di copertina

Commenti Facebook


Il Milanese Imbruttito

Una pagina Facebook che nasce dopo un’attenta e imparziale osservazione della città, delle sue abitudini, del suo linguaggio e delle diverse tipologie umano/metropolitane che vivono e lavorano a MILANO.

La chiave e il tono ironico/realista che ne caratterizzano i contenuti, la identificano come riferimento e testimonianza moderna delle dinamiche sociali e dei cambiamenti linguistici all’interno della città.

Il Milanese Imbruttito non è né in orario, né in anticipo, né in ritardo; è già lì!

Vieni a trovarci sui nostri social!