0 0

L’Imbruttito e l’aperitivo: 5 cose che proprio non sopporta

L’aperitivo è uno di quei rari momenti di relax infrasettimanale che l’Imbruttito è solito concedersi una sera o due. Forse anche tre, perché no. Se del weekendino con gli amici nel tal posto se ne parla dall’Agosto 2013 senza risultati causa planning in conflitto, con l’ape si va più o meno sul sicuro… almeno sul chi, perché il dove è sempre da prendere con le pinze. Ogni Imbruttito che si rispetti deve ovviamente dire la sua e far valere la proposta per la location, quasi fosse un critico gastronomico di fama internazionale. Su alcuni dettagli, assolutamente non indifferenti, sono però tutti d’accordo: ecco le 5 cose che l’Imbruttito in modalità ape proprio non sopporta.

1_ I Pr

pri-MilaneseImbruttito

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Credit immagine

Coloro che accalappiano i clienti fuori dai locali con menù alla mano e sguardo da Garko pre-lifting. Appena ti avvicini ai Navigli, la Cassoeula del Natale 98’ resuscita e inizia a ballare la Lambada nel tuo stomaco. No, non vuoi sederti e approfittare dello sconto. No, non vuoi dargli il numero di telefono. No, sei fidanzata e non ti frega nulla di avere il tavolo migliore solo perché siete belle. Ok no, parliamone! L’Imbruttita vuole solo, come primo step, vagliare i localini possibili per il momento relax con l’amica, per poi scegliere immancabilmente sempre lo stesso.

2_ Le Precedenze

precedenze-MilaneseImbruttito

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Credit immagine

Cosa ancora più odiosa del ritrovarsi seduto in un posto che non ti convinceva affatto, in un locale che mai sotto tortura avresti scelto, in un angolo del suddetto locale che è più inquietante del tenere la mano a Emily Rose durante l’esorcismo, c’è solo il non essere calcolati e passare in secondo piano rispetto ad altri avventori. Per l’Imbruttito ciò è intollerabile (soprattutto se si sfiorano i 20 minuti) e dopo aver caz****o l’amico per la pessima scelta, facendolo sentire come la piaga numero uno dell’umanità, passa al cameriere colpevole.

3_ La Geometria delle Distanze

distanze-MilaneseImbruttito

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Credit immagine

Se per l’Imbruttita il mono-bilo è necessità, distare soltanto 10 cm dal tavolo accanto è una vera e propria disgrazia, divisibile a sua volta in due sotto-disgrazie: la coppia di sesso opposto e la coppia dello stesso sesso. I primi provolano come se non ci fosse un domani, tentando pure l’approccio con la rosa del Rosario; le seconde invece spettegolano e strillano i fattacci loro senza filtri né censure. Quindi Maria si è sc****a Marco che stava con Francesca! Me lo sono fatta anch’io, tanto!

4_ La Piramide

piramide-cheerleader-MilaneseImbruttito

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Credit immagine

Si tratta di quel momento particolare in cui l’Imbruttito si ritrova letteralmente in braccio alla coppia, al gruppo, alla famigliola, alla scolaresca, agli scambisti del tavolo accanto, causa ridotti spazi e sovraffollamento da venerdì sera. Ed è solo allora che rimpiange la solita e noiosa – ma tranquilla – cenetta a casa, finendo a consumare i drink dei vicini per osmosi e tornando a casa più ubriaco di una mina impazzita.

5_ L’Equilibrismo

scoiattolo-equilibrio-MilaneseImbruttito

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Credit immagine

Sportivo fin dalla nascita, l’Imbruttito mastica equilibrio perfetto fin dai tempi delle pappette insapore e dei Plasmon da spappolare nel latte. Nonostante l’esperienza costellata da mille successi, i tavolini sgangherati dei locali lo mettono a dura prova. Inclinazioni, rotaie, selciato, pietruzze, sassolini, san pietrini, beole, asfalto a buchi, tombini: l’Imbruttito li vede e già si rassegna perché sa che il suo tavolino – e sedia annessa – saranno sicuramente sopra uno di questi  e dovrà timonare con le chiappe, in modo alterno, per evitare di tornare a casa con pantaloni al gusto di cous cous di cozze e gamberi.

Credit immagine copertina

Commenti Facebook


Il Milanese Imbruttito

Una pagina Facebook che nasce dopo un’attenta e imparziale osservazione della città, delle sue abitudini, del suo linguaggio e delle diverse tipologie umano/metropolitane che vivono e lavorano a MILANO.

La chiave e il tono ironico/realista che ne caratterizzano i contenuti, la identificano come riferimento e testimonianza moderna delle dinamiche sociali e dei cambiamenti linguistici all’interno della città.

Il Milanese Imbruttito non è né in orario, né in anticipo, né in ritardo; è già lì!

Vieni a trovarci sui nostri social!