0 0

Biosphera 2.0, la casa del futuro, arriva aMilano: ecco come essere ospitati gratis per una notte!

Immaginatevi una moderna abitazione di 25 mq provvista di tutti i normali servizi: illuminazione a led, cucina a induzione, elettrodomestici, riscaldamento e raffrescamento, suddivisa in zona giorno, zona notte e bagno… beh aMilano non è poi così difficile, direte voi, e sfogliando gli annunci immobiliari capita di imbattersi anche in metrature inferiori.

Allora fate uno sforzo ulteriore, e immaginate che la suddetta casa sia pure energeticamente autosufficiente e a misura d’uomo, costruita adottando le migliori tecnologie disponibili e in grado di produrre in autonomia tutta l’energia necessaria per viverci.

Questo e molto altro è Biosphera 2.0, il progetto itinerante ideato e realizzato da Aktivhaus e promosso dal Politecnico di Torino DAD, l’Università della Valle d’Aosta – Université de la Vallée d’Aoste, Vallée d’Aoste Structure, l’istituto ZEPHIR, l’Associazione Minergie e PEFC che – dopo aver fatto tappa a Courmayeur e Aosta – dal 12 maggio al 30 giugno stazionerà aMilano presso i Giardini Indro Montanelli, a pochi passi dal Museo di Storia Naturale. Il suo viaggio però non terminerà nella nostra città, dato che, a seguire, questo avanguardistico modulo abitativo toccherà anche Riccione, Torino e Lugano, per un itinerario che durerà dodici mesi.

DSC03387

La peculiarità, o, meglio, la sfida di Biosphera 2.0 è quella di garantire una temperatura confortevole dell’aria compresa tra i 21° C in inverno e i 25° C in estate, anche in condizioni estreme come il gelo di Courma o l’afa della riviera, e di resistere all’inquinamento di metropoli come Milano e Torino non compromettendo la qualità dell’aria al suo interno. Il tutto senza ovviamente ricorrere a una rete di energia esterna, e seguendo criteri di massima sostenibilità nella sua costruzione.

DSC03442

Ma non finisce qui, dato che il progetto per un anno monitorerà i dati ambientali ed energetici dell’edificio unitamente ai parametri fisiologici dei suoi abitanti (dalla frequenza cardiaca allo stato emotivo) in situazioni ambientali differenti.

Lo scopo? Stabilire il livello di benessere psicofisico delle persone in un ambiente abitativo all’avanguardia, in grado di ridefinire e cambiare le logiche edilizie attuali, in vista di un’auspicata svolta green.

IMG_4777

Se volete provare un’esperienza unica e irripetibile, partecipate al nostro contest e inviateci via Inbox sulla pagina Facebook del Milanese Imbruttito entro Domenica 22 maggio una foto che ci racconti la vostra attenzione nei confronti dell’ambiente. L’autore (o l’autrice) della più originale e imbruttita vincerà la possibilità di trascorrere una notte gratis per due persone nelle stanze di Biosphera 2.0: perché quando un progetto unisce modernità, risparmio energetico ed eco-sostenibilità, noi Milanesi Imbruttiti siamo i primi a sperare che faccia il botto!

Il Milanese Imbruttito

Una pagina Facebook che nasce dopo un’attenta e imparziale osservazione della città, delle sue abitudini, del suo linguaggio e delle diverse tipologie umano/metropolitane che vivono e lavorano a MILANO.

La chiave e il tono ironico/realista che ne caratterizzano i contenuti, la identificano come riferimento e testimonianza moderna delle dinamiche sociali e dei cambiamenti linguistici all’interno della città.

Il Milanese Imbruttito non è né in orario, né in anticipo, né in ritardo; è già lì!

Vieni a trovarci sui nostri social!