0 0

Hai detto Brexit? 7 cose “British” che l’Imbruttito porterebbe da Londra aMilano

Dove è Brexit? “In America? Non lo so”.  Con questa risposta, durante le interviste Imbruttite all’Acquatica, una prosperosa signorina ha scatenato l’ironia dei commentatori più Imbruttiti del web. D’altronde lo sanno (quasi) tutti che subito dopo la vittoria del “Leave” al referendum sull’uscita del Regno Unito dall’Unione Europea – Brexit appunto –  aMilano è subito scattato il “gioco” a chi voleva portare in terra meneghina pezzi di Gran Bretagna. Pure il neosindaco Sala è volato a Londra, sai mai che nell’area Expo si riesca a trasferire la sede di qualche istituzione o impresa attualmente stabilita nella City. Senza avere queste pretese abbiamo pensato a una lista di coseBritish” che l’Imbruttito vedrebbe bene aMilano, unite ad altre che lascerebbe volentieri là, oltre il Canale della Manica.

7_La famiglia reale

5544ff9f801ffcbc36b34bff_royal-baby-girl-kate-middleton-william-george-04Credit Immagine

I Windsor all’Imbruttito stan proprio sui c*****ni, a partire dal “Royal Baby” George che l’Imbruttito disprezza in quanto figlio di papi “nato con la corona”. Della monarchia salverebbe solo la Regina Elisabetta, che almeno potrebbe bacchettare un po’ e mettere  a posto certi ganassa.

God save the Queen

6_Il tè delle cinque

teaCredit Immagine

“Pheega ‘sti inglesi non han proprio un c***o da fare”. L’Imbruttito alle cinque del pomeriggio è ancora in piena operatività, figuriamoci se può permettersi una pausa per sorseggiare una cup of tea discutendo di aria fritta. I biscotti al burro però sono uno spettacolo.

Ciccio tienili da parte per il breakfast che ora c’è da sviluppare il business plan

5_La birra

the-albert-pub-londra31-620x401Credit Immagine

Il concetto di birretta è già ben radicato anche aMilano. L’Imbruttito non disdegna l’eventualità che le migliori idee vengano sempre fuori dopo qualche pinta al pub, e apprezza molto questo aspetto del lifestyle britannico. Peccato che, se praticato con frequenza quotidiana, faccia crescere la panza agli uomini e il sedere alle donne… e quindi non esiste proprio, vista la prova costume imminente. Sempre in tema di bevande, “ma anche no!” al sidro di mele dal gusto dolciastro.

Una birra, piccola please!

4_I taxi

londonCredit Immagine

I cab inglesi sono veramente uno spettacolo, e l’Imbruttito vorrebbe portarne un po’ aMilano per dare un po’ di style ai taxi meneghini. In primo luogo sostituirebbe tutte le vetture ibride.

Hanno il volante a destra, ma Pheega almeno questi li senti quando arrivano!”

3_Le scritte sulla strada

LookRightCredit Immagine

Per chi è stato in UK, quanto è stato utile leggere per terra al momento di attraversare la strada “look right (or left)” quando veniva naturale voltarsi dall’altro lato? E allora perché non scriverlo anche sul pavé dove passa il tram, dove l’Imbruttito perennemente operativo rischia ogni giorno rispondendo alle mail aziendali mentre cammina? Rigorosamente in milanese, perché il warning non serve ai Giargia che passeggiano tranquillamente IMAC per i marciapiedi.

Fa balla l’oeucc

2_Il calcio

premier-leagueCredit Immagine

Gli Hooligans? Ma anche no, ci mancano solo quelli. L’astinenza da Champions League può però far invidiare sia i capitali a disposizione dei grandi club britannici sia gli stadi sempre pieni della Premier. San Siro, ormai sempre più in versione “San Silo” appendice di via Sarpi, mette un po’ di sbatti all’Imbruttito.

Se ce l’ha fatta il Leicester!

1_La pioggia

maltempo-londra-regno-unito-4-624x420Credit Immagine

A Londra piove un giorno sì e l’altro pure. L’Imbruttito, soprattutto in tempi di caldazza, non disdegnerebbe un po’ di refrigerio. Peccato che se poi piove per un paio di settimane di fila inizia ad andare in botta, come qualche settimana fa con il temporale delle 18 in centro.

Oh, ma non sei mai contento!”

Altri elementi oggetto di esportazione potrebbero essere: vestire i Ghisa con le divise dei Bobbies, portare la London Eye al Parco Sempione, far circolare i bus rossi a due piani sulla 94 o aprire Harrods in Buenos Aires.

E voi Imbruttiti? Cosa portereste aMilano post Brexit?

Credit Immagine di Copertina

Commenti Facebook


Il Milanese Imbruttito

Una pagina Facebook che nasce dopo un’attenta e imparziale osservazione della città, delle sue abitudini, del suo linguaggio e delle diverse tipologie umano/metropolitane che vivono e lavorano a MILANO.

La chiave e il tono ironico/realista che ne caratterizzano i contenuti, la identificano come riferimento e testimonianza moderna delle dinamiche sociali e dei cambiamenti linguistici all’interno della città.

Il Milanese Imbruttito non è né in orario, né in anticipo, né in ritardo; è già lì!

Vieni a trovarci sui nostri social!