0 0

Le 5 pause pranzo dell’Imbruttita per scampare alla caldazza

L’Imbruttita è per definizione una donna multitasking: ottimizzare è il suo pane quotidiano, e – a proposito di pane – non mancherà di trovare l’escamotage più opportuno anche quando si tratta di pausa pranzo, per scampare al caldo afoso (che aMilano non perdona) e riuscire comunque a trascorrerla al massimo. Ha a disposizione 60 minuti di patrimonio che, se ben sfruttati, sono un’eternità, e non si capacita del fatto che, fuoriMilano, la gente faccia pause di un’ora e mezza, se non addirittura due. “No, dai, è una leggenda popolare”, pensa. Ecco quindi  le 5 pause tipiche di un’Imbruttita DOC quando fuori ci sono più gradi che nel deserto tunisino.

1_Basic Break

coffee bullock ridimensionato

Sono le 13.00, fuori ci sono 37 gradi all’ombra e di sentir sprofondare il tacco nel marciapiedi non se ne parla! L’Imbruttita si sarà organizzata con una bella schiscia fresca da mangiare sulla scrivania o nella sala ristoro, scambiando due chiacchiere con le colleghe. Si avventurerà fuori solo per un coffee break, perché il caffè del bar non è certo quello della macchinetta, perché il bar in questione è proprio al di là della strada e perché comunque ha la santa aria condizionata.

Per oggi facciamo una cosa semplice.

2_“Amazing” Break

online and internet shopping concept - happy teenage girl with laptop and credit card
Credit Immagine

Sono le 13.00, fuori ci sono 38 gradi all’ombra, ma allo shopping non si rinuncia! Così, dopo aver mangiato al volo qualcosa, l’immersione è garantita sui siti di shopping on line. Regina del click, acquisterà nel tempo record di 20 minuti un restyling completo per la casa, un abbonamento dall’estetista, un biglietto per l’imperdibile concertone dell’anno. Soddisfazione massima nel pregustare il momento in cui il corriere consegnerà tutto ciò che ha comprato, senza sbagliare un colpo.

Taaaac!

3_Hippy Break

picnic ridimensionato
Credit Immagine

Sono le 13.00, fuori ci sono solo 36.5 gradi all’ombra e l’Imbruttita sente che potrebbe azzardare un’immersione nella natura. Se sarà fortunata cercherà un parco vicino all’office, altrimenti andrà bene anche uno spazio più ristretto ma comunque top, tipo la Rotonda della Besana. Schiscia nel Tupperware e via, alla ricerca di un posticino all’ombra di un olmo, per sentirsi un po’ in campagna. Il ritorno in office sarà duro come se tornasse dalle campagne senesi. “C’era anche un passerotto che mangiava le bricioline, mi sentivo come una principessa Disney!”

NCS!

4_ Super Break

supermercato ridimensionato

No, non Super di Superman, ma Super di Supermarket. Purtroppo non esiste solo il divertente shopping on line, ma esistono anche le necessità quotidiane della spesa al supermercato. Così, sono le 13.00, fuori ci sono 37,5 gradi all’ombra e, se per qualsiasi motivo non riesce o non può prenotare la spesa on line all’Esselunga, l’Imbruttita si lancia nell’acquisto di generi di prima necessità nel supermercato più vicino, di modo da trovarsi la spesa già fatta al momento di uscire dall’office. Alla stessa stregua, se il tacco non si immergerà troppo nell’asfalto incandescente del marciapiede, visiterà i negozi circostanti come un’ape impollina i fiori, acquistando regali, libri, quella crema viso che ha finito ieri sera e tutto ciò che serve. Escursione termica a ogni entrata/uscita dall’ufficio di 10 gradi netti, ma ne vale la pena!

Ce la posso fare!

5_Multimedia Break

Studio shot of young woman working in office being under emotional stress
Credit Immagine

Sono le 13.00, fuori ci sono 39 gradi all’ombra e l’Imbruttita ha tutta una lista di bollette da pagare e cose personali da gestire più lunga di quella di Schindler. Così, con una schiscia leggera sulla scrivania, si arma di buona volontà e attacca a scrivere mail personali, effettua bonifici, prenota le vacanze, contatta il corriere che non le ha consegnato il pacco lasciandole l’odioso bigliettino, dà un’occhiata alle notizie perché deve pur sapere cosa succede nel mondo e… scrive un articolo per il Milanese Imbruttito.

…Ops.

Commenti Facebook


Il Milanese Imbruttito

Una pagina Facebook che nasce dopo un’attenta e imparziale osservazione della città, delle sue abitudini, del suo linguaggio e delle diverse tipologie umano/metropolitane che vivono e lavorano a MILANO.

La chiave e il tono ironico/realista che ne caratterizzano i contenuti, la identificano come riferimento e testimonianza moderna delle dinamiche sociali e dei cambiamenti linguistici all’interno della città.

Il Milanese Imbruttito non è né in orario, né in anticipo, né in ritardo; è già lì!

Vieni a trovarci sui nostri social!