0 0

L’Imbruttita e le vacanze: i suoi 5 sbatti pre-partenza

Alla fine, dopo l’inverno, la pioggia, il Fuorisalone e la Fashion Week, sono arrivate. Le vacanze estive, quelle serie. Perché, se i weekendini in qualche modo hanno aiutato l’Imbruttita a sopravvivere al caldo diMilano (“No ragazze, quest’anno si muore proprio”), partire per due settimane, staccare il cervello e mettere l’out of office è cosa ben diversa. Soprattutto, è cosa buona e giusta. Niente deve però sfuggire alla super fighettina diMilano, che vuole preparare tutto nei minimi dettagli ed evitare qualsiasi tipo di sbattimento. O quasi…

1_Lo shopping pre-partenza

shopping amiche

“Oddio, non ho un costume nero”. Solitamente il panico si manifesta con queste parole, e accompagna l’Imbruttita in giro per la città, “Tanto ci sono i saldi, ne approfitto un attimo”. Un costume total black, uno intero a fantasia – per l’ape in spiaggia, non si sa mai – un’infradito gioiello, una borsa mare (“Ragazze ne avevo una, ma tipo plasticona… volete mettere fantasia mare di cotone?”), un mascara waterproof, un sandalo tacco 12 (“Vi giuro non ne ho”), un set di creme solari e prodotti per capelli che nemmeno Cindy Crawford durante uno shooting alle Maldive.

“Amiche ho pensato, visto che sono un po’ al verde se tornassimo un paio di giorni prima?”

2_Aperitivo di saluti?

Vacanze Imbruttita
Credit immagine

Se lo ripromette ogni anno: fregarsene e partire senza dover necessariamente salutare mezza Milano. Ma non ci riesce. Tra la mania del controllo su vita-persone-gossip e una dose di narcisismo profonda (e malcelata), l’Imbruttita organizza in media due aperitivi pre-vacanze, spesso con gente che non vede da almeno tre mesi e che semplicemente non avrebbe visto per altre due settimane. Concludendo la serata con il solito “Ci rivediamo a settembre così mi racconti tutto!”.

“Ehi, che ne dici di un ape? Mi devi raccontare di quell’inciucio.. ;)” – “In verità sono diventata mamma, da un mese”.

3_La lista per la valigia

Preparazione valigia
Credit immagine

Prevede un’attenzione ed una concentrazione necessarie solo per la finale mondiale di Jenga. La lista delle robe da portare in valigia è previsione, è logica, è guizzo e creatività. È sbatti. Su un file Word, divisa per categorie, impostata già una settimana prima di partire e rivista ogni giorno, la lista prevede aggiornamenti costanti (“Oddio stavo dimenticando la mascherina per dormire”). Il rischio è che l’Imbruttita, tra il vestito gipsy ed il rossetto mat, si dimentichi pezzi fondamentali. Tipo il caricatore del cellulare.

“Maaa l’hotel è vicino a dei negozi?”

4_Noi sì che ci divertiamo!


Credit immagine

Le vacanze estive sono mare, solo sole, sono amiche. Sono selfie. Dal check in in aeroporto – “Out of office: ciao Milano!” – agli hashtag che fanno tendenza – #happytime, #happysun, #happynoi – le vacanze dell’Imbruttita vengono costantemente monitorate, raccontate, aggiornate.

“Ragazze, se non postiamo non ci siamo. Pensiamo ad un piano editoriale: chi posta quando?”

5_Vacanze con le amiche o con il ragazzo?

Vacanze in coppia
Credit immagine

È stata indecisa fino all’ultimo, e alla fine ha optato per la soluzione più giusta, più saggia, più matura. L’Imbruttita trascorrerà infatti metà vacanze con le amiche e metà con il suo ragazzo. Tradotto: 4 giorni in Liguria e 5 giorni in Grecia. 3 giorni di viaggio.

“L’anno prossimo Cammino di Santiago. Da sola”.

Credit immagine di copertina

Il Milanese Imbruttito

Una pagina Facebook che nasce dopo un’attenta e imparziale osservazione della città, delle sue abitudini, del suo linguaggio e delle diverse tipologie umano/metropolitane che vivono e lavorano a MILANO.

La chiave e il tono ironico/realista che ne caratterizzano i contenuti, la identificano come riferimento e testimonianza moderna delle dinamiche sociali e dei cambiamenti linguistici all’interno della città.

Il Milanese Imbruttito non è né in orario, né in anticipo, né in ritardo; è già lì!

Vieni a trovarci sui nostri social!