0 0

I cinque personaggi più Imbruttiti nelle sitcom degli anni ’80 e ’90

Va detto: le sitcom sono un prodotto che in genere l’Imbruttito apprezza. Hanno in effetti tutti quegli ingredienti che possono far presa su di lui: poco tempo da spendere per la visione, dialoghi rapidi e, quando ben scritte, battute fulminanti, quasi sempre al vetriolo e tutt’altro che politically correct. Mezz’oretta di spensieratezza ben spesa, magari qualche spunto da “rivendere” alla prima occasione. Negli anni ’80 e ’90 le sitcom hanno avuto un periodo glorioso, erano decine i titoli che sono riusciti a far presa sul pubblico italiano con cast talentuosi e personaggi con caratteristiche ben precise. Non potevano mancare quindi i personaggi Imbruttiti che, nemmeno a dirlo, sono diventati dei miti anche quando non protagonisti.

Ne elenchiamo cinque, con buona pace di altri che avremmo potuto inserire, ma che per qualche motivo hanno perso la corsa.

1_Frasier e Niles Crane

FRASIER AND NILES R

Ora, io lo so che il 98% di voi dirà: e chi sono? Sfortunatamente la serie Frasier (nata come spin off di “Cheers!”) è stata mandata in onda in Italia in orari martirizzanti, come alle 3 del mattino in concorrenza alle lezioni notturne di fisica quantistica. Chi invece di voi li conosce, non potrà che concordare sul fatto che i fratelli Crane siano senza dubbio i personaggi più Imbruttiti in assoluto di tutti i tempi nella storia delle sitcom. Alla ricerca dello stile perfetto e cultori dei locali più alla moda di Seattle, si devono confrontare loro malgrado con personaggi più ruspanti e alla buona, primo fra tutti loro padre, un poliziotto in pensione amante della birra e affezionato alla sua poltronaccia rattoppata, inserita a forza nel lussuosissimo arredamento dell’attico di Frasier (che ovviamente sogna di sbarazzarsene fin dalla prima puntata). La sitcom, caratterizzata da una scrittura irresistibilmente comica e dialoghi inarrivabili per ritmo e “taglio”, è stata riproposta per ben 11 stagioni, un successo internazionale convalidato da premi su premi. E l’Imbruttito non può che soffrire il fatto che l’Italia sia rimasta un po’ tagliata fuori da questo prodotto che invece ha spopolato nei paesi anglosassoni. Un vero cult: recuperatela, non ve ne pentirete.

2_Alex P. Keaton

FAMILY TIES -- Pictured: Michael J. Fox as Alex P. Keaton -- Photo by: NBCU Photo Bank .
Credit immagine

Non si può non pensare a Casa Keaton senza ricordare con un sorriso Alex P. (e a quella “P” ci teneva tantissimo, perché vuoi mettere, è più elegante) Keaton, figlio di una coppia di hippies e così repubblicano e “fighetto” da metterli quasi sempre in difficoltà. Il Michael J.Fox di “Ritorno al Futuro” è sempre impegnato in attività studentesche e per giovani imprenditori, una miriade di impegni che lo portano, nonostante la giovane età, a essere sempre di corsa e smanioso di ottenere risultati al top. Perché un vero Imbruttito può emergere da qualsiasi background… perfino Woodstock!

3_Karen Walker

KAREN WALKER R

La spietata e per questo adorabile “imprenditrice”  in Will & Grace. Malvagia più di Crudelia De Mon, votata solo a se stessa, alla sua carriera e a conquistare uomini, tratta tutti quelli attorno a sé come pedine di una scacchiera. Salvo però avere sempre a portata di mano una bottiglia di champagne con due calici (o magari qualche alcolico più pesante – preferibilmente il gin – per le vere emergenze) e una soluzione glamour a qualsiasi problema. Talmente esagerata nel suo egoismo da diventare irresistibile. Divina.

4_Kitty Montgomery

KITTY MONTGOMERY R

Quando un avvocato rampante di una famiglia bene sposa una figlia-di-figli-dei-fiori in contatto con energie cosmiche ed esperta in massaggi ed incensi, di regola la madre del suddetto avvocato un pochino disorientata lo sarà. È quel che succede in Dharma & Greg, alla mamma del protagonista. Una sciura Imbruttita DOC, sempre impeccabile nell’abbigliamento e nel saper vivere. Soprattutto adorabile, quasi commovente, quando cerca di far buon viso durante le visite a casa di figlio e nuora, davanti ai comportamenti per lei incomprensibili della ragazza e dei consuoceri (perché al contrario di Casa Keaton, in Dharma & Greg le mele non sono cadute molto lontano dall’albero). Kitty Mongomery è la sciura Imbruttita per eccellenza, che nel suo bel tailleur Chanel ci mostra come anche l’eleganza pura possa offrire spunti assolutamente esilaranti.

5_George Jefferson

product_detail_jeffersons_s8

È il titolare della catena di “Lavanderie Jefferson”, che nel suo appartamento elegante nell’ Upper East Side gira immancabilmente in giacca e cravatta. Uomo d’affari burbero venuto su dalla gavetta, ne ha per tutti: lotta continuamente (e inutilmente) per ottenere qualcosa dalla domestica scansafatiche, lancia battutacce ai vicini (che non sopporta) per il loro matrimonio interrazziale. Si addolcisce (un po’) solo quando sta con la sua Louise o pensa al suo vero orgoglio: i suoi sette, produttivi, negozi.

Menzione speciale / premio “Nice try”: C.C. Babcock e Carlton Banks

Un pensiero affettuoso lo dedichiamo anche a C.C. Babcock della serie La Tata e Carlton Banks , il cugino di Will, Il Principe di Bel Air, esclusi per un soffio. Seppur benestanti e con al loro arco frecce  che altri in partenza non avevano, mancano di quel guizzo che invece i loro antagonisti possiedono, restando di fatto sempre al palo.  Anche in questa classifica.

Commenti Facebook


Il Milanese Imbruttito

Una pagina Facebook che nasce dopo un’attenta e imparziale osservazione della città, delle sue abitudini, del suo linguaggio e delle diverse tipologie umano/metropolitane che vivono e lavorano a MILANO.

La chiave e il tono ironico/realista che ne caratterizzano i contenuti, la identificano come riferimento e testimonianza moderna delle dinamiche sociali e dei cambiamenti linguistici all’interno della città.

Il Milanese Imbruttito non è né in orario, né in anticipo, né in ritardo; è già lì!

Vieni a trovarci sui nostri social!