0 0

Piange il telefono: Manuale Imbruttito di sopravvivenza ai call center

Alzi la mano chi non si è mai sentito sopraffatto dalle invadenti telefonate che sempre più spesso ci arrivano dai call center. Sarà che il business non dorme mai, sarà che è molto più facile telefonare anziché bussare porta a porta (a provarci sono rimasti solo i Testimoni di Geova e i venditori di Lotta Comunista, che Dio li perdoni entrambi), ma là fuori (chissà poi dove) c’è gente disposta a proporti via telefono davvero di tutto: dai biglietti per il teatro, a improbabili iniziative pro bono, per non parlare delle offerte commerciali dei principali gestori telefonici che spesso riescono a fare casino cercando di venderci tariffe che abbiamo già sottoscritto il mese prima, un po’ per vedere se si risparmiava del cash, più spesso per la disperazione di volere liberarci in tutta fretta dall’ennesimo seccatore.

Gli Imbruttiti, complice forse l’eredità della dominazione Austro-Ungarica, hanno però messo a punto alcune tecniche di difesa niente male: eccone qua alcune.

1_ Fingersi la propria colf

uomo-pulizie-della-casa-1728x800_c
Credit immagine

Dita sul naso, fazzoletto sulla bocca o studiate tecniche di recitazione che il metodo Strasberg a confronto è roba da dilettanti, ecco che il nostro eroe di sopravvivenza urbana si improvvisa colf filippina. “No, signole no casa, io lavora qua, lui no c’è. Eh? Io no capisch… CHrzzrrrrffffffffffshhhhhBrodo” (parole incomprensibili buttate lì a caso). Poco importa se l’Imbruttito in questione invece di una flebile voce femminile ha il tono di un baritono, l’operatore telefonico è tenuto a crederci e riattacca un po’ avvilito. Vittoria!

 

2_ “Mi richiami lei”

maxresdefault8
Credit immagine

Tattica utilizzata dagli Imbruttiti educati, ma non meno efficace della precedente. Consiste nell’ascoltare un pezzettino del discorso, chiedere scusa, dire che al momento si è impegnati e che però se l’operatore può richiamare mercoledì prossimo alla tal ora, gli si darà senz’altro retta. Il giorno stabilito l’operatore richiama puntualmente ed ecco scattare il trappolone!

“Salve!, sono Marco, l’operatore telefonico…”

“Ma come? Ma caspita! Le avevo detto di chiamare martedì, adesso non posso!”

“Ma guardi che mi aveva detto di chiamare mercoledì, non martedì, l’ho segnato…

“Beh, si sarà sbagliato a segnarlo! Scusi eh, ma adesso non posso proprio, facciamo lunedì prossimo alla stessa ora?”

Avanti così: gente che con questi due di picche riesce a posticipare di anno in anno.

3_Staccare il telefono

61BdD7V1NNL__SL1121_
Credit immagine

 

Questa vale solo per il telefono di casa, ma è un dato di fatto che molti Imbruttiti, pur avendo una linea perfettamente funzionante, staccano il telefono e lo riattaccano solo in casi di emergenza o in cui siano loro a dover chiamare qualcuno. Peccato solo che il cordless nel frattempo sia stato intanato da qualche parte (forse dalla filippina di cui sopra) e al momento del bisogno non si trovi mai!

4_La perculatio creativa

leonardo-di-caprio5

C’è chi si finge un parente, dichiarando che la persona cercata dallo scocciatore di turno purtroppo è defunta, chi all’operatore dà risposte del tutto a casaccio del tipo che alla domanda “Lei che gestore ha?” risponde roba tipo “Il Nokia!” o “Il Tom Tom!”. C’è chi infine chi fa finta di essere il “curatore fallimentare” della società, e siccome nessuno vuole avere clienti che non pagano, il click dall’altra parte è praticamente assicurato. Insomma, molti Imbruttiti danno spazio alla fantasia; il risultato finale non è certo garantito (richiameranno) ma vuoi mettere la doppia libidine del momento?

5_ Le App che lo fanno al posto tuo

App-Store-apps
Credit immagine

 

Infine, se proprio volete evitare anche il minimo sbatti, ecco che esistono pratiche App in grado non solo di bloccare qualsiasi numero proveniente dai call center (inseriti già in un apposito elenco) ma anche di non farvi pervenire nessuna chiamata nè messaggio chessò, da quella carogna della vostra ex moglie. App di questo genere sono disponibili in rete e quelle che funziano sono a pagamento, ma il successo è ga-ran-ti-to. Taaac!

Credit immagine di copertina

Commenti Facebook


Il Milanese Imbruttito

Una pagina Facebook che nasce dopo un’attenta e imparziale osservazione della città, delle sue abitudini, del suo linguaggio e delle diverse tipologie umano/metropolitane che vivono e lavorano a MILANO.

La chiave e il tono ironico/realista che ne caratterizzano i contenuti, la identificano come riferimento e testimonianza moderna delle dinamiche sociali e dei cambiamenti linguistici all’interno della città.

Il Milanese Imbruttito non è né in orario, né in anticipo, né in ritardo; è già lì!

Vieni a trovarci sui nostri social!