0 0

Natale sull’orlo di una crisi di nervi: ecco perché per le Imbruttite è un enorme sbattimento!

Come ogni anno, nonostante tutto, arriva inesorabile: non è l’IMU, non è il campionato, non è Miss Italia, è il Natale.

Celebrato dai media come il momento più bello dell’anno, sognato dai bambini di tutto il mondo che non vedono l’ora di beccare Babbo Natale con le mani nella marmellata (o nei biscotti), il Natale, per le donne che hanno superato la fascia 25 anni è, invece, un grande sbattimento.

Ci vuole coraggio a dirlo, perchè si corre il rischio di essere considerate “ciniche e fredde”. Non è però chiaro a tutti che il Natale significa:

1_Organizzare le cene

Cene di Natale: lo sbattimento delle donne
Credit immagine

Della serie, non è che arriva il Natale e bon, auguri a tutti. No, per noi donne inizia quel tunnel buio ed infinito fatto di call, gruppi su WhatsApp, eventi su Facebook dai titoli degni di un copy mancato: “Un brindisi di saluti” / “Cena e scambio regali” / “Cena da me!” / “Cena da te!” / “Cena? Perchè?” a cui – e qui viene il bello! – partecipano le stesse amiche che vediamo ogni settimana.

Perchè, ammettiamolo, questa tradizione tanto folle quanto centenaria è soprattutto prerogativa di noi donne. Agli uomini basta, spesso, una birra, una serata rutto libero e una pacca sulla spalla; a noi donne resta l’agenda piena, per tutto il mese di dicembre. Estetista, film e palestra sono un lontano ricordo: ora c’è il Natale.

2_I regali

Le donne e il Natale: lo sbatti dei regali
Credit immagine

Eccerto, mica poteva finire con le cene. Che fai, non porti un pensierino (alias, una ca**ata) ad ogni tua amica? “Però ragazze, non sveniamoci eh“Ma non farci nulla quest’anno, no?”: gelo di tutte le altre, occhi bassi, nell’aria si percepise un “che tu sia maledetta fino al 6 gennaio” (perchè poi ti arriverà il carbone, mica per altro).

Inizia così la folle corsa in cerca di micro regali con budget 5€, per almeno 10 amiche (esclusi i regali per tutti i parenti, ovviamente). Ti fai le domande e ti dai le risposte da sola, peggio di Marzullo, perché ormai la follia è galoppante: “Bagnoschiuma? Non sia mai, che poi sembra che la Mati non si lava” ; “Smalto? Eh, ma la Cami non ha già quasi tutte le nuance?”“Matita per occhi? Sì vabbè, con 5€ ti compri solo il tappo”; “Darsi malata? Ok, ci sta”.

3_I parenti, di lei e di lui

Le donne e il Natale: la cena dai parenti di lui

L’amore è bellissimo. Ti riempie il cuore di gioia, di affetto, di appuntamenti natalizi. Dai suoi nipotini ai tuoi zii, ai fratelli e sorelle di entrambi, il Natale col tuo lui è un dolce e tenero tour de force di casa in casa, come nemmeno “dolcetto o scherzetto?” ad Halloween.

Verso il 27 dicembre, quando sei a circa metà dell’opera e tocca a tutti i tuoi parenti, lui ti guarda con gli occhi pieni di dolceza: “Oddio amore, ma quella lacrimuccia è perchè ti stai commuovendo?”“Sì, esattamente quello. Hai per caso un fazzoletto?”.

4_L’abito

Le donne e il Natale: lo sbatti dell'abito

Come ogni anno, cerchiamo qualcosa di natalizio. Come ogni anno, quando lo troviamo (e lo proviamo), ci sentiamo delle cretine.

Trascorriamo allora tutti i weekend di dicembre a provare tubini rosso fuoco (“un po’ too much”, osservano le amiche), vestiti dorati di paillettes (“non lo so, la Chicca dice che il dorato ormai è vecchio, andava due anni fa”), pantaloni neri che tanto, alla peggio, vanno sempre (“coraggio, hai altri due weekend per cercare qualcosa di bello”). Il portafoglio piange, ma Christmas must go on.

5_”Non sai ancora cosa fare a Capodanno?”

Natale Donne sbattimento

No, non hai prenotato Capo Verde a settembre perchè avevi casini in office, non sai se andare a New York perchè ci sei stata l’anno scorso; forse andrai in montagna, ma non sai ancora da quando. “Tu sei pazza. Organizzati perchè è già tardi!. Vorresti rispondere che non è mai troppo tardi per tacere; sfoderi invece la tua poker face, sorridi, ed improvvisi un laconico “hai ragione”.

(Tutti i fatti e gli esempi riportati in questo articolo non sono corrispondenti ad accadimenti reali..O forse sì.)

Commenti Facebook
Iscriviti alla Newsletter Imbruttita

Inviando questo modulo, confermi di accettare la nostra politica sulla privacy.


Il Milanese Imbruttito

Una pagina Facebook che nasce dopo un’attenta e imparziale osservazione della città, delle sue abitudini, del suo linguaggio e delle diverse tipologie umano/metropolitane che vivono e lavorano a MILANO.

La chiave e il tono ironico/realista che ne caratterizzano i contenuti, la identificano come riferimento e testimonianza moderna delle dinamiche sociali e dei cambiamenti linguistici all’interno della città.

Il Milanese Imbruttito non è né in orario, né in anticipo, né in ritardo; è già lì!

Vieni a trovarci sui nostri social!