0 0

Inaugura oggi la nuova Fondazione Feltrinelli: ecco tutto quello che c’è da sapere!

Se negli scorsi mesi, quando passavate tra Moscova e Porta Nuova – magari in sbattimento in mezzo al traffico – vedendo i lavori tra viale Pasubio e viale Crispi, vi chiedevate “machec****ocistannofacendo li?… adesso avete finalmente una risposta.

Sono le due piramidi gemelle di vetro progettate dallo studio Herzog & de Meuron, e in una di esse (in viale Pasubio 5), da oggi 13 dicembre, sarà inaugurata la nuova sede della Fondazione Feltrinelli. Alle ore 17 il debutto della struttura, voluta fortemente da Carlo Feltrinelli, di circa 2,7K di metri quadrati, nella quale si sviluppa un nuovo centro culturale urbano, con spazi nati per convegni, incontri, corsi, rassegne cinematografiche, letture, mostre, ascolto di musica dal vivo, installazioni  artistiche, laboratori  didattici e chi più ne ha più ne metta. Senza dimenticare che qui è anche presente un archivio con 200mila volumi, 17.500 collezioni periodiche e un milione e mezzo di carte manoscritte

Dopo anni di cantieri e sbattimenti (il progetto è stato approvato da Palazzo Marino nel 2011), la nuova Fondazione parte alla grande con 5 giorni di eventi gratuiti, letture, proiezioni e spettacoli, sempre dalle 17 fino alle 23.

E la prima giornata della Fondazione Feltrinelli, quella di oggi, è intitolata “Voices”. Dunque, oltre a poter visitare l’edificio, nel pomeriggio gli attori della compagnia del Teatro dei Filodrammatici diMilano interpreteranno alcuni tra i più significativi documenti del patrimonio della Fondazione: da Il monopolio dell’uomo di Anna Kuliscioff, all’Ultima lettera a Fidel Castro di Che Guevara; dal Programma fondamentale dell’organizzazione per l’unità afroamericana di Malcom X all’Ultimo discorso di Salvador Allende. Per questa giornata, coerentemente con la sfida di cittadinanza e con la parola chiave “futuro” (temi che accompagneranno tutte le prime giornate), la Fondazione propone la pubblicazione digitale Nationalizing Education di John Dewey, per la Collana Quaderni.


Credit immagine

Ma quanta roba c’è? E infatti sulla pagina Facebook la partecipazione è da ultimo dell’anno in piazza Duomo. Ocio che lo spazio alla è grande, ma non c’è mica posto per tutti! L’Imbruttito si è già organizzato, oppure spera di essere ancora in tempo per la prenotazione: l’ingresso è infatti libero, ma fino a esaurimento posti. Per informazioni segreteria@fondazionefeltrinelli.it.

Una nuova fondazione aMilano, che comunque ne conta un bel po’ già e di livello. Giusto come memo: ecco qui le top5 che un po’ di tempo fa avevamo selezionato per voi.

Credit immagine di copertina, ph. Filippo Romano

Commenti Facebook
Iscriviti alla Newsletter Imbruttita

Inviando questo modulo, confermi di accettare la nostra politica sulla privacy.


Il Milanese Imbruttito

Una pagina Facebook che nasce dopo un’attenta e imparziale osservazione della città, delle sue abitudini, del suo linguaggio e delle diverse tipologie umano/metropolitane che vivono e lavorano a MILANO.

La chiave e il tono ironico/realista che ne caratterizzano i contenuti, la identificano come riferimento e testimonianza moderna delle dinamiche sociali e dei cambiamenti linguistici all’interno della città.

Il Milanese Imbruttito non è né in orario, né in anticipo, né in ritardo; è già lì!

Vieni a trovarci sui nostri social!