0 0

Più di quattrocentomila luci e venti abeti: ecco la casa di Babbo Natale (vicino) aMilano!

Natale deve ancora arrivare, ma sta già riservando molte sorprese… e pure  alcune giargianate.

Per non farvi perdere nulla, vi segnaliamo un’altra chicca (valuterete poi voi in quale categoria inserirla): la Casa di Babbo Natale.

Casa di Babbo Natale
Credit immagine

Da pochi giorni è infatti possibile ammirare l’esterno della casa di Massimiliano Goglio – definito “il Babbo Natale del Milanese” – che da oltre dieci anni vi crea attorno un’installazione natalizia luminosa.

I lavori iniziano ogni anno a settembre: Goglio ricopre di luci gli alberi del giardino e crea figure tridimensionali, come le renne con la slitta.

Casa di Babbo NataleCredit immagine

Oltre diecimila metri di filo elettrico, più di cento stelle utilizzate, ventidue abeti (tra veri e tridimensionali, ndr) e otto renne: numeri da niente, insomma. I bambini impazziscono e i grandi si fanno i selfie… a voi Imbruttiti lasciamo la libertà di scegliere da che parte stare.

Casa di Babbo Natale
Credit immagine

A parte tutto, è chiaro il richiamo a Dyker Heights, il quartiere di New York situato nella parte a sud di Brooklyn che ogni anno si illumina di luci e di installazioni mozzafiato, tanto da diventare una delle attrazioni natalizie piu’ importanti degli Stati Uniti.

Casa di Babbo Natale
Credit immagine

Bene, avete abbastanza informazioni su questo villaggio natalizio alle porte diMilano. Ve la menate o ci fate un salto (e un selfie)?

Dove: via dei Platani 31, 20077 Melegnano (seguite le luci, comunque).

Quando: dal 7 dicembre al 6 gennaio, dalle 17 alle 22.

Credit immagine di copertina

Commenti Facebook
Iscriviti alla Newsletter Imbruttita

Inviando questo modulo, confermi di accettare la nostra politica sulla privacy.


Il Milanese Imbruttito

Una pagina Facebook che nasce dopo un’attenta e imparziale osservazione della città, delle sue abitudini, del suo linguaggio e delle diverse tipologie umano/metropolitane che vivono e lavorano a MILANO.

La chiave e il tono ironico/realista che ne caratterizzano i contenuti, la identificano come riferimento e testimonianza moderna delle dinamiche sociali e dei cambiamenti linguistici all’interno della città.

Il Milanese Imbruttito non è né in orario, né in anticipo, né in ritardo; è già lì!

Vieni a trovarci sui nostri social!