0 0

Come si festeggia il Natale aMilano? Ecco il risultato del sondaggio Imbruttito!

Il Natale è un’ottima occasione per riporre nel fodero gli insulti e sfoggiare sorrisi. Ovviamente stiamo scherzando. Qualcuno direbbe che l’unica consolazione è che (almeno) si mangia, e allora via col balletto di panettoni, tartine, gelatine, ravioli, brodi e chi più ne ha più ne metta. Nel sondaggio dello scorso 20 dicembre: Come passa il M.I. il Natale? E cosa mangia? abbiamo fatto scorpacciata di commenti e likes. Tra foie gras “regalato da quel cliente francese che te lo manda di sfroso tutti gli anni ” e chi considera il lesso un “cibo da ospedale”, siamo lieti di annunciarvi come si festeggia il Natale aMilano secondo gli Imbruttiti.

5_Lo splendido

il riccanza

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Credit immagine

“Si rompe alla grandissima, frigge guardando il cellulare; il menu prevede prosciutto di Peck, astice di gastronomia dal salumiere di piazza Wagner e robe del genere” (Elisabetta)

Questa tipologia di Imbruttiti cerca di combattere la noia natalizia a suon di cash, col risultato che le portate del loro pranzo costano quanto una protesi di Elettra lamborghini. Solo con l’affettato fanno schizzare alle stelle i dati del sondaggio di Tg. 5 su “Quanto spenderanno mediamente gli Italiani per il pranzo di Natale 2016”.

4_ Il Vacanziero lamentoso

“Al termine dello scartamento regali, ore 00:30 del 25 dicembre, nella sala della casa di Courma, prende la parola e sentenzia:«Anche questo Natale ce lo siamo levato dalle palle»” (Alex)

Riposta la tutina da sci griffata e sobria che sfoggia ogni mattina puntualissimo sulle piste, l’Imbruttito si lascia sfuggire l’immancabile – e memorabile – commento che mette fine alla gioia di vivere degli astanti. Probabilmente è la stessa persona che ogni anno promette alla fidanzata di cambiare località vacanziera,  ma alla fin della fiera non ha mai sbatti di farlo per davvero.

3_ Il Tradizionale

Il Tradizionale

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Credit immagine

“Ca sua cun l’antipastino, i ravio in brod, El capun, la frutta seca El panetun e lo spumantino per il Brindisi! E po la tumbula!» (Milena)

Questo Imbruttito è il tradizionalista per eccellenza che non si accontenta dell’abbuffata di rito e della tacchinella ripiena: l’obiettivo del natale è spellare i parenti con il gruzzoletto di monetine caparbiamente messe da parte durante l’anno. Inveisce contro il nonno stunà cum’è una campana , e lascia tutti in mutante a colpi di Tombola, Rubamazzo e Scala Quaranta.

2_ L’uomo senza fondo

L uomo All you can eat

“Antipasti con affettati misti (crudo e salame Milano, forse la mortadella se vuole cedere alla tentazione del passato o la galantina, che nessuno ha mai capito di preciso che c***o sia, non piace a nessuno ma è un must), tartine sotto gelatina (che durante l’anno non guarderebbe neanche), raviolino in brodo, gallina ripiena o lesso, panettone e frutta secca, sempre con un occhio allo smartphone, che in giappone mica festeggiano il natale TAAAC!!” (Marco)

È colui che potrebbe essere soggetto a un fenomeno di implosione-esplosione da un momento all’altro . Tre settimane prima, già ha avvisato la nonna di lucidare le padelle e allenare i muscoli perchè si prospetta una mangiata di proporzioni epiche. Anche se la nonna non è “di giù”, la commozione è tanta: il nipote vuole del cibo, tanto cibo.

1_ Il Velocista

Il Velocista

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Credit immagine

“Rigorosamente il 25 dall’antipasto al panettone 1h e mezza massimo, argomento di discussione i progetti portati a termine e quelli in cantiere, formalità regali e via…” (Pino)

Guai a sforare i tempi prefissati. Più che un Natale, è una vera e propria maratona con tanto di meeting nel mezzo: una volta arrivato al traguardo, come per Beep Beep di Wile E. Coyote, si lascia dietro se una scia di polvere (più o meno metaforica, fate voi) e carte da regalo spiegazzate.

Credit immagine copertina

Commenti Facebook
Iscriviti alla Newsletter Imbruttita

Inviando questo modulo, confermi di accettare la nostra politica sulla privacy.


Il Milanese Imbruttito

Una pagina Facebook che nasce dopo un’attenta e imparziale osservazione della città, delle sue abitudini, del suo linguaggio e delle diverse tipologie umano/metropolitane che vivono e lavorano a MILANO.

La chiave e il tono ironico/realista che ne caratterizzano i contenuti, la identificano come riferimento e testimonianza moderna delle dinamiche sociali e dei cambiamenti linguistici all’interno della città.

Il Milanese Imbruttito non è né in orario, né in anticipo, né in ritardo; è già lì!

Vieni a trovarci sui nostri social!