0 0

L’ultimo Natale del Cinema Apollo: dalla Befana niente più film

Sarà un Natale amaro per il Cinema Apollo. L’ultimo per coloro che ci lavorano e per i milanesi che da sempre lo frequentano. Secondo quanto scrive il Corriere della Sera, entro la fine dell’anno in giunta si valuterà la delibera per dare l’avvio ai lavori del nuovo Apple Store. Prima, però, va firmata la convenzione tra Comune, Apple e la proprietà del palazzo che ospita il cinema: il documento è fondamentale per l’avvio dei lavori, perché mette nero su bianco i dettagli relativi alla trasformazione di Piazza del Liberty, che è privata, ma soggetta a uso pubblico.


Credits immagine

Nell’attesa di conoscere con certezza quando chiudere definitivamente i battenti, il Cinema Apollo annuncia la programmazione fino al 6 gennaio: «Siamo in attesa di capire la data esatta della chiusura che verrà stabilita dopo una riunione con il Comune –  spiega al Corriere Lionello Cerri, numero uno del multisala Anteo – Anteo è socia della società Platea al 50% insieme alla Immobiliare cinematografica, proprietaria dei muri e della piazza. Uscendo noi di scena, come è stabilito nei patti, Platea rimane della Immobiliare Cinematografica e con essa i dipendenti dell’Apollo di cui la società si dovrà fare carico. Per noi l’attività del cinema poteva andare avanti, sono loro che hanno deciso di scrivere la parola fine».


Credits immagine

Come vi avevamo già anticipato, secondo il progetto dell’archistar Norman Foster, la piazza subirà una piccola rivoluzione per lasciare spazio ai due parallelepipedi di cristallo con due cascate sulle pareti, anticipate da una lunga scalinata che farà da anfiteatro. Il negozio vero e proprio, però, sarà perlopiù sotterraneo e vi si potrà accedere da una seconda scalinata e da ascensori realizzati al centro dei due parallelepipedi.

Soluzioni che non sono piaciute a un gruppo di residenti, che fanno sapere di essersi rivolti a un legale perché dai progetti presentati risulta che rimarrebbe un unico accesso ai mezzi di soccorso.

Gli amanti del vecchio cinema potranno quindi dare un ultimo saluto alle loro sale durante queste vacanze. Se invece siete tra quelli che non vedono l’ora di fiondarsi nel nuovo store della mela, mettetevi sin da subito l’animo in pace e preparatevi a una lunga attesa: la durata dei lavori, una volta ottenuto il via libera, è di circa un anno.

Credits immagine di copertina

Commenti Facebook
Iscriviti alla Newsletter Imbruttita

Inviando questo modulo, confermi di accettare la nostra politica sulla privacy.


Il Milanese Imbruttito

Una pagina Facebook che nasce dopo un’attenta e imparziale osservazione della città, delle sue abitudini, del suo linguaggio e delle diverse tipologie umano/metropolitane che vivono e lavorano a MILANO.

La chiave e il tono ironico/realista che ne caratterizzano i contenuti, la identificano come riferimento e testimonianza moderna delle dinamiche sociali e dei cambiamenti linguistici all’interno della città.

Il Milanese Imbruttito non è né in orario, né in anticipo, né in ritardo; è già lì!

Vieni a trovarci sui nostri social!