0 0

Un saluto Imbruttito a Franca Sozzani, regina della moda diMilano

Franca Sozzani se ne è andata ieri, in silenzio senza fare rumore, con quella delicatezza ed educazione che sempre l’hanno contraddistinta negli anni. Senza disturbare, come chi, a pochi giorni da Natale, sa benissimo che non è il caso di creare confusione e dare dispiaceri.

Ci lascia unicona diMilano, una figura che l’ha resa grande e conosciuta nel mondo, una donna che ha diretto per 28 anni Vogue, la più importante rivista di moda in Italia e una delle più importanti nel mondo, quando la moda, per moltissimo tempo, ha fatto davvero la differenza per la nostra città.


Credit immagine

Se ne va un simbolo di lavoro e successo, di costanza e impegno, di gusto e lungimiranza; una forza vera, ancora più vera alla luce di una malattia durata diversi mesi, che non le ha però impedito di essere lì, in autunno, a seguire le sfilate e portare avanti il proprio lavoro.

Se ne va quello che qualcuno ha definito il più importante ufficio di promozione turistica diMilano: una figura che ha fatto fiorire affari e iniziative non solo nel campo della moda, ma anche nell’urbanistica, nel costume e nella solidarietà. Una donna che ha saputo ostentare un basso profilo pur facendo parte di quella borghesia potente e silenziosa che da decenni trascina con sé verso il futuro la nostra città.

Una vincente che ha cercato la vittoria, una donna intelligentissima che ha combattuto per la propria emancipazione e quella di tante altre, un vero baluardo che mancherà enormemente alla nostra città.

Ciao, Franca!

Credit immagine

Commenti Facebook
Iscriviti alla Newsletter Imbruttita

Inviando questo modulo, confermi di accettare la nostra politica sulla privacy.


Il Milanese Imbruttito

Una pagina Facebook che nasce dopo un’attenta e imparziale osservazione della città, delle sue abitudini, del suo linguaggio e delle diverse tipologie umano/metropolitane che vivono e lavorano a MILANO.

La chiave e il tono ironico/realista che ne caratterizzano i contenuti, la identificano come riferimento e testimonianza moderna delle dinamiche sociali e dei cambiamenti linguistici all’interno della città.

Il Milanese Imbruttito non è né in orario, né in anticipo, né in ritardo; è già lì!

Vieni a trovarci sui nostri social!