0 0

Pagare l’Area C con un sms? Ora (finalmente) si può: ecco come!

Che piaccia o non piaccia, ‘sta Area C va pagata, se no ti sgamano le telecamere e ti becchi un botto di multa.

Già che hai sempre l’iPhone in mano, ecco la soluzione (attiva da ieri, 9 gennaio 2017) per pagare con un semplice sms l’ingresso nell’ “area privè” per le macchine diMilano, spiegata proprio dal Comune in una nota: “Il giorno stesso dell’ingresso in Area C, o al massimo entro la mezzanotte del giorno successivo, sarà sufficiente inviare un sms al numero 48444 scrivendo la targa del veicolo. In pochi secondi l’utente riceverà un sms con il Pin che dà diritto all’ingresso per l’intera giornata. Il Pin sarà già valido e non sarà più necessario contattare il call center per l’attivazione”. L’acquisto tramite sms del pass è possibile per i clienti TIM, Vodafone Italia e Wind Tre.


Credit immagine

Non solo: ora è possibile anche pagare l’ingresso in Area C anche in tutti i punti della rete Lottomatica: “L’acquisto dell’accesso all’Area C attraverso l’ampia rete di Lottomatica – spiega sempre l’amministrazione – sarà possibile non soltanto aMilano, ma in tutta Italia, grazie alla capillare diffusione del servizio sull’intero territorio nazionale. Sarà sufficiente recarsi in una delle molte rivendite dotate del terminale di Lottomatica Italia Servizi e fornire al gestore il numero di targa del proprio mezzo per ricevere il Pin d’accesso già attivato in tempo reale”.

Entrambe le iniziative sono frutto degli accordi tra Atm e il Comune di Milano, che puntano a smaterializzare i ticket cartacei, modernizzare e rendere sempre più fruibili servizi e procedure per i cittadini.

E allora, già che dobbiamo pagare per entrare, bene che il Comune diMilano ci renda la procedura così agile e scattante. Bella lì.

Credit immagine di copertina

Commenti Facebook
Iscriviti alla Newsletter Imbruttita

Inviando questo modulo, confermi di accettare la nostra politica sulla privacy.


Il Milanese Imbruttito

Una pagina Facebook che nasce dopo un’attenta e imparziale osservazione della città, delle sue abitudini, del suo linguaggio e delle diverse tipologie umano/metropolitane che vivono e lavorano a MILANO.

La chiave e il tono ironico/realista che ne caratterizzano i contenuti, la identificano come riferimento e testimonianza moderna delle dinamiche sociali e dei cambiamenti linguistici all’interno della città.

Il Milanese Imbruttito non è né in orario, né in anticipo, né in ritardo; è già lì!

Vieni a trovarci sui nostri social!