0 0

San Biagio, tempo di panetùn: ecco perché il 3 febbraio è la festa Imbruttita D.O.C.

3 febbraio = San Biagio = fetta di panetùn a colazione (se possibile il panettone Imbruttito). Punto. Dei fondamenti storici di questa ricorrenza, un mix di tradizione e leggenda, già sapete tutto anche perché ve ne abbiamo parlato lo scorso anno qui.

Nel 2017 vorremmo andare un po’ oltre, sino a dimostrare che San Biagio è la festa più Imbruttita da cerchiare sull’agenda (già che ci siamo, Imbruttita pure quella). Sì, anche più di Sant’Ambroeus. Eccovi spiegato il perché.

1_San Biagio non fa stare a casa da lavoro (anzi!)

Il 3 febbraio non è segnato in rosso sul calendario. A San Biagio si fattura come se nulla fosse in quanto giorno feriale pieno. Inoltre, con l’esplicita  promessa di proteggere la gola, garantisce che non si salteranno preziosi giorni di lavoro per malanni di stagione. MINIMA SPESA, MASSIMA RESA.

2_Nessun Giargiana ti augurerà mai “buon San Biagio!”

Credit Immagine

A parte Buon Natale e Buon Anno, che già danno fastidio se ripetuti troppe volte, l’Imbruttito detesta l’abitudine dei Giargiana di augurare qualsiasi cosa (” buona Domenica delle Palme”, “buon Ferragosto” e soprattutto il fastidiosissimo “buon onomastico”). A San Biagio l’Imbruttito non corre questo rischio, in quanto il calendario giargianico non riconosce questa ricorrenza. SAN BIAGIO SIA LODATO.

3_Si mangia il panettone e non il pandoro

Credit Immagine

Ci sarà un motivo perché il miracolo di frate Desiderio è avvenuto con un panettone e non con un banale pandoro. La supremazia della tradizione milanese è evidente e l’Imbruttito non può che gongolare di fronte a questa ennesima dimostrazione di superiorità della propria amata città. MILANO UBER ALLES.

4_Non ci devi investire cash

Credit Immagine

Non è una poverata: la tradizione impone che il panettone sia quello avanzato da Natale. Perché per adempiere in pieno alla funzione protettiva (se Benedis la gola e él nas), il Panetun deve essere “posso“. Poi se come i Giargiana l’avete finito senza pensare al 3 febbraio, c***i vostri. C’è sempre il BENAGOL.

5_San Biagio te lo levi dai c******i già di prima mattina

San Biagio non pretende pranzi, aperitivi aziendali, travestimenti (tutta roba time consuming). Ti svegli normalmente e come prima cosa a colazione mangi la tua bella fetta di Panetùn. La gola ringrazierà per i futuri 365 giorni e via. Veloce quanto una puntura, ma piacevole e dolcissima tradizione. GIÀ FATTO!?

Credit Immagine di Copertina

Commenti Facebook


Il Milanese Imbruttito

Una pagina Facebook che nasce dopo un’attenta e imparziale osservazione della città, delle sue abitudini, del suo linguaggio e delle diverse tipologie umano/metropolitane che vivono e lavorano a MILANO.

La chiave e il tono ironico/realista che ne caratterizzano i contenuti, la identificano come riferimento e testimonianza moderna delle dinamiche sociali e dei cambiamenti linguistici all’interno della città.

Il Milanese Imbruttito non è né in orario, né in anticipo, né in ritardo; è già lì!

Vieni a trovarci sui nostri social!