0 0

Gli affitti durante il Fuorisalone sono da pazzi: ecco quanto costa in media una notte!

Tra poco si apriranno le gabbie e molte zone della città si riempiranno di gente che vuole vedere, per davvero o per finta (ossia la maggioranza) le novità del settore design e affini che saranno presentate al Salone del Mobile e in giro per i vari distretti di Milano.

Bagai, dal prossimo lunedì torna il Fuorisalone: se non sopportate la gente, sappiate che è arrivato il momento di prendere quella settimana di ferie in mezzo all’anno che avete sempre sognato. So che con la fine del primo quarter vi sembrerà assurdo e che i colleghi vi lincerebbero… maa pensateci bene, perché potreste evitare una crisi di nervi.

Se invece rimanete in città, godetevi il vostro appartamento, di proprietà o in affitto che sia, perché c’è un sacco di gente che arriverà a Milano (anche se le presenze previste sarebbero in calo rispetto all’anno scorso, secondo Federalberghi) e che pagherà un botto, ma un botto vero, di soldi per un buco di posto in centro. Stiamo parlando, secondo quanto riportato dal Corriere, di bilocali che vanno da 788 a 1.361 euro a notte a Lambrate, monolocali da 435 o 542 euro nel Brera design district e quadrilocali da 1.095 in zona Tortona, sempre a notte. Questo secondo gli annunci che sono stati visionati sulle app Airbnb ma soprattutto HomeAway, partner ufficiali di Fuorisalone.it.

Chi invece vuole fare lo splendido e tirare fuori ancora più cash per andare in alberghi di livello, si può preparare a delle vere e proprie fucilate che manco gli sceicchi: in Tortona, al 5 stelle Magna Pars servono da circa 900 a 2mila euro, al quattro stelle Nhow da 500-900 euro, e si superano i 5mila per le suite firmate da Matteo Thun.

Nel frattempo, fyi, il Comune comunque ha previsto uno sconto per chi andrà al Salone del Mobile con ATM (10% sul biglietto di A/R per la Fiera) e la diffusione di una mappa con tutti gli eventi organizzati nei diversi distretti. «La regia sta funzionando ed è un valore aggiunto per tutti – ha spiegato l’assessore Cristina Tajani —. Anzi, andrà rafforzata nel futuro immaginando e programmando interventi, installazioni e soluzioni di design con gli operatori già prima della Settimana del Mobile in modo che possano diventare permanenti».


Credit immagine

E forse, caro assessore, si dovrà a questo punto anche pensare a comode stanze a prezzi modici per appassionati di design che vogliono venire al Fuorisalone…  senza lasciarci lo stipendio per due notti in affitto.

Credit immagine di copertina

Commenti Facebook


Il Milanese Imbruttito

Una pagina Facebook che nasce dopo un’attenta e imparziale osservazione della città, delle sue abitudini, del suo linguaggio e delle diverse tipologie umano/metropolitane che vivono e lavorano a MILANO.

La chiave e il tono ironico/realista che ne caratterizzano i contenuti, la identificano come riferimento e testimonianza moderna delle dinamiche sociali e dei cambiamenti linguistici all’interno della città.

Il Milanese Imbruttito non è né in orario, né in anticipo, né in ritardo; è già lì!

Vieni a trovarci sui nostri social!