0 0

Bibite Sanpellegrino apre il Bar Meraviglia, e porta un angolo di Mediterraneo a Milano!

«A Milano c’è tutto, manca soltanto il mare». Siate onesti – anche a costo di passare per dei Giargiana – quante volte avete detto o pensato questa frase? Che sia chiaro, è dettata dalla stagionalità: inflazionatissima nei mesi estivi, cade poi nel dimenticatoio, ça va sans dire, durante quelli invernali. Il problema è che siamo a maggio, quindi su coraggio, preparatevi per tempo perché da qui a poco le orecchie inizieranno a sanguinarvi a forza di ascoltare le lamentele altrui relative all’assenza di un litorale provvisto di moto ondoso in città… no ragazzi, dai, l’Idroscalo non vale.

 

C’è un’attenuante però, perché da oggi è possibile sentirsi come al mare in via Vincenzo Capelli 2, tra corso Como e piazza Gae Aulenti, grazie all’apertura del Bar Meraviglia: Bibite Sanpellegrino ha inaugurato un’oasi di pace e relax incastonata tra i grattacieli di Milano, che da maggio fino al prossimo ottobre promette di deliziare occhi, palato e olfatto dei temerari che oseranno prendersi una pausa dagli sbattimenti quotidiani e vorranno sentirsi già un po’ in vacanza.

Di cosa si tratta? All’ingresso del locale verrete accolti da una vera e propria Orangerie (Orange… che?), creata sullo stile delle dependance nobiliari che riproducevano un giardino di agrumi per permettere ai ricchi signori di un tempo rivivere la meraviglia delle coltivazioni mediterranee in qualsiasi momento dell’anno e in qualsiasi luogo del mondo. Il concetto attorno al quale ruota il Bar Meraviglia è infatti quello della mediterraneità, dai tavolini in pietra lavica, passando per la parete firmata dallo street artist Neve, fino ad arrivare alla particolare installazione che racconta la Mediterraneità e illustra con una citruspedia in 3D (per i non addetti ai lavori, una sorta di enciclopedia dei limoni… no, non quelli che date al Rollover il venerdì sera) l’incredibile varietà degli agrumi esistenti.

La lista dei drink è studiata insieme al barman Andrea Paci, e propone l’intera gamma di Bibite Sanpellegrino mixata ad altri ingredienti, alcolici e non: la Limonata, per esempio, viene servita in un tumbler basso, accompagnata da fiocchi di sale di Trapani, verbena, salvia e basilico; mentre la Cedrata in versione personalizzata si abbina a Rum bianco agricolo e zenzero fresco.

Ma le sorprese del locale non finiscono qui, perché anche l’accompagnamento gastronomico non scherza affatto, e promette di farvi sentire come se foste in centro a Favignana, un attimo prima di prendere il barchino per andare a friggere al sole: il cavallo di battaglia è la Muffoletta, un tipico street food diffuso con diverse varianti in tutta la Sicilia, che consiste in una specie di panino farcito con alici e mozzarella di bufala o con gamberoni al ghiaccio e stracciatella. Lo chef Andrea Provenzani del ristorante Il Liberty, vincitore dell’edizione 2014 del celeberrimo Cous Cous Fest, non poteva che firmare diverse proposte di cous cous in grado di soddisfare anche i più esigenti gourmet; per finire in bellezza non avrete che l’imbarazzo della scelta tra i prodotti artigianali della pasticceria Martesana, i frutti riempiti di gelato firmati da Matteo Napoli e le briciole di cannolo di Alfonso Bottone, realizzate con ingredienti autoctoni dei Monti Iblei.

Noi l’abbiamo provato in anteprima per l’inaugurazione, avvenuta mercoledì 10 maggio, e per un attimo – ebbene sì – siamo riusciti a dimenticarci di tutte le menate che affliggono le nostre intensissime giornate. Se anche voi volete provate quell’incredibile e stranissima sensazione di «vacanze anticipate», un pezzetto di Mediterraneo è lì pronto ad attendervi tra i grattacieli di Milano: fateci un salto!

 

Bar Meraviglia by Bibite Sanpellegrino
Via Vincenzo Capelli, 2
Lunedì – martedì – mercoledì: 8 – 23
Giovedì – venerdì: 8 – 24
Sabato: 10 – 24
Domenica: 10 – 23

Commenti Facebook
Iscriviti alla Newsletter Imbruttita

Inviando questo modulo, confermi di accettare la nostra politica sulla privacy.


Il Milanese Imbruttito

Una pagina Facebook che nasce dopo un’attenta e imparziale osservazione della città, delle sue abitudini, del suo linguaggio e delle diverse tipologie umano/metropolitane che vivono e lavorano a MILANO.

La chiave e il tono ironico/realista che ne caratterizzano i contenuti, la identificano come riferimento e testimonianza moderna delle dinamiche sociali e dei cambiamenti linguistici all’interno della città.

Il Milanese Imbruttito non è né in orario, né in anticipo, né in ritardo; è già lì!

Vieni a trovarci sui nostri social!