0 0

Sabato 20 seratina al museo? Ci sta, e costa solo 1 euro: ecco i dettagli!

Dopo la cenetta del sabato sera, o prima di spaccarsi di shottini in disco o di birre al pub, c’è un’occasione interessante per acculturarsi un po’ (o almeno fingere di farlo, ma low budget): domani, 20 maggio, anche a Milano si terrà la «Notte europea dei musei 2017», cioè una serata dedicata alla grande arte a 1 euro.

L’iniziativa è firmata dall’International Council of Museums e dal Consiglio d’Europa, e a Milano hanno aderito due musei top: la Pinacoteca di Brera e Gallerie d’Italia.

Il progetto ci sta alla grande perché i musei, per quanto fighi siano, ogni tanto hanno la pecca relativa al costo del biglietto, che si assesta su cifre non esattamente popolari (si è vero, ogni cash speso in cultura è un cash investito bene ma, senza fare i barboni, se si può risparmiare tanto meglio), e poi va aggiunto il fascino della visita serale.


Credit immgine

Nel dettaglio: nel museo di Brera ci sarà la «Notte in Pinacoteca con DisegnaBrera», e qui gli ingressi a 1 euro saranno disponibili dalle 18.40 alle 22.00 (ultimo accesso alle 21.40); i visitatori riceveranno anche un kit speciale con tutte le istruzioni per potersi cimentare nel disegno dal vero a partire da un ritratto, ispirati dalla mostra in corso «Quinto Dialogo: Attorno a Lotto». Alle Gallerie d’Italia si potrà invece accedere ad 1 euro a partire dalle 20 fino a mezzanotte.

L’unico rischio può essere che, con questa iniziativa, si crei un po’ di ressa, ma vale la pena assolutamente fare un salto e investire questo eurino per farsi un giretto tra le opere d’arte.

Credit immagine di copertina

Commenti Facebook
Iscriviti alla Newsletter Imbruttita

Inviando questo modulo, confermi di accettare la nostra politica sulla privacy.


Il Milanese Imbruttito

Una pagina Facebook che nasce dopo un’attenta e imparziale osservazione della città, delle sue abitudini, del suo linguaggio e delle diverse tipologie umano/metropolitane che vivono e lavorano a MILANO.

La chiave e il tono ironico/realista che ne caratterizzano i contenuti, la identificano come riferimento e testimonianza moderna delle dinamiche sociali e dei cambiamenti linguistici all’interno della città.

Il Milanese Imbruttito non è né in orario, né in anticipo, né in ritardo; è già lì!

Vieni a trovarci sui nostri social!