1 0

A volte ritornano: il 15 e 16 giugno a Milano c’è (di nuovo) sciopero dei mezzi!

Due scioperi is megl che uan, diceva un antico proverbio cinese. Un po’ come aprire un biscotto della fortuna e trovarci dentro un AHAHAHA, ecco che arriva a Milano un doppio sciopero dei mezzi. Il 15 – 16 giugno (rispettivamente, giovedì e venerdì) i sindacati Cub trasporti, Sgb e Cobas lavoro privato, hanno indetto uno sciopero che interesserà treni, aerei, trasporto locale e marittimo.

sciopero

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Credit immagine

Dalle ore 21 del 15 alle 21 del 16 daranno il LA macchinisti e controllori dei treni regionali in quanto: «la pratica delle privatizzazioni in questo comparto si è diffusa progressivamente, producendo dissesto economico, disoccupazione, minori servizi all’utenza, riduzione preoccupante dei livelli di sicurezza, dei salari, dei diritti e delle tutele dei lavoratori. I trasporti devono essere di proprietà pubblica e avere finanziamenti certi» spiegano i sindacati.

Tirate un sospiro di sollievo: Trenitalia garantirà i servizi essenziali previsti in caso di sciopero nei giorni feriali  – dalle 6.00 alle 9.00 e dalle 18.00 alle 21.00 –  oltre che la regolare circolazione delle Frecce. Italo, invece ha stilato un elenco di treni assicurati nonostante lo sciopero.

mezzi sciopero

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Credit immagine

Seguono a ruota – per rimanere in tema –  venerdì 16 metro, autobus e tram Atm che daranno il cambio, portando avanti la staffetta dello sciopero.

«L’agitazione è prevista dalle 8,45 alle 15 e dalle 18 al termine del servizio» informa nel suo consueto stile lapidario, ATM stessa. Stessa storia: occhio agli orari non garantiti perché, come dice la dicitura, potreste rimanere a piedi.

Credit immagine copertina

Commenti Facebook


Il Milanese Imbruttito

Una pagina Facebook che nasce dopo un’attenta e imparziale osservazione della città, delle sue abitudini, del suo linguaggio e delle diverse tipologie umano/metropolitane che vivono e lavorano a MILANO.

La chiave e il tono ironico/realista che ne caratterizzano i contenuti, la identificano come riferimento e testimonianza moderna delle dinamiche sociali e dei cambiamenti linguistici all’interno della città.

Il Milanese Imbruttito non è né in orario, né in anticipo, né in ritardo; è già lì!

Vieni a trovarci sui nostri social!