0 0

Dopo i Rollinz Esselunga lancia i nuovi pupazzetti Wizzis!

Se solo a leggere il titolo vi è salita la scimmia, non vi biasimiamo: l’anno scorso la collezione dei Rollinz di Star Wars promossa da Esselunga ha scatenato un delirio in città (e non solo) che non si vedeva da tempo, e quest’anno la ricerca all’ultimo personaggio 3D ritorna con i Wizzis.

I protagonisti saranno i personaggi della saga di Harry Potter.

Per lanciare la nuova collezione, Esselunga ha pensato proprio a tutto, e ai clienti che si sono recati per la spesa nei negozi della catena, durante la scorsa settimana, sono state rilasciate delle pergamene in cui si leggeva: «I suoi figli sono stati accettati nel fantastico mondo di magia di Harry Potter».


Credit immagine

Stando a quanto pubblicato sul sito di Esselunga, i personaggi saranno 20, Harry Potter, Hermione Granger, Ron Weasley, Albus Silente, Fred Weasley, George Weasley, Neville Paciock, Ginny Weasley, Severus Piton, Draco Malfoy, Dobby, Edvige, Sirius Black, Remus Lupin, Rubeus Hagrid, Minerva McGranitt, Bellatrix Lestrange, Lord Voldemort, Luna Lovegood, Cedric Diggory e si potranno raccogliere in tutti gli store dall’11 settembre al 25 ottobre.

Per ottenerli sarà necessaria una spesa minima di 25 euro o 50 punti Fragola e ci sarà persino un raccoglitore a forma di Castello di Hogwarts.


Credit immagine

L’iniziativa è legata al Progetto Amici di scuola, con cui l’azienda offre agli istituti scolastici la possibilità di ottenere attrezzature informatiche e materiale didattico, e sarà inoltre possibile partecipare ai concorsi Fotografa e vinci e Gioca e vinci: in palio viaggi a Londra, visite al Warner Bros. Studios Tour e altri 20.000 premi istantanei.

Insomma, bisogna essere dei pazzi per (non) spendere tutto lo stipendio in provviste e portarseli a casa!

 

 

Commenti Facebook
Iscriviti alla Newsletter Imbruttita

Inviando questo modulo, confermi di accettare la nostra politica sulla privacy.


Il Milanese Imbruttito

Una pagina Facebook che nasce dopo un’attenta e imparziale osservazione della città, delle sue abitudini, del suo linguaggio e delle diverse tipologie umano/metropolitane che vivono e lavorano a MILANO.

La chiave e il tono ironico/realista che ne caratterizzano i contenuti, la identificano come riferimento e testimonianza moderna delle dinamiche sociali e dei cambiamenti linguistici all’interno della città.

Il Milanese Imbruttito non è né in orario, né in anticipo, né in ritardo; è già lì!

Vieni a trovarci sui nostri social!