0 0

C’è ancora tempo per una gita fuori porta: 7 mete consigliate a un’ora da Milano!

Rientro a lavoro, ritorno in palestra, le foto dei piedi al mare e dei tramonti che scompaiono dai social – e per fortuna! -, lasciando spazio a quelle degli aperitivi post lavoro che ci accompagneranno tutto l’anno.

Ci risiamo: che sbattimento, figa!

Anche se sembra di essere rientrati da 4 mesi, è appena passata la metà di settembre. No panic: c’è ancora spazio per godersi qualcosa. E non parliamo del nuovo ristorante fusion bio zenzero addicted di turno da provare ASSOLUTAMENTE, ma di fare un salto fuori città.

Dai, non fa ancora così freddo da rinchiudersi in casa nel weekend con cioccolata calda e 40 serie tv in loop; e la figata lì fuori, che forse qualcuno sottovaluta, si chiama Lombardia. Ok, come Milano non ce n’è (chevvelodicoaffare), ma a solo un’ora dal capoluogo meneghino c’è roba strafiga da visitare, senza troppi sbattimenti e magari, semplicemente, per fare qualcosa di diverso.

Per fare un giro con il tipo o la tipa, con la family (nani annessi) o con gli amici, ecco 7 mete consigliate per una gita ad un’ora (circa) da Milano: 

1_Montevecchia


Credit immagine

Siamo in provincia di Lecco e in un’oretta si arriva. La collina, la Piazzetta e il Santuario della Beata Madonna del Carmelo sono le tre cose principali da visitare; ma la vera figata è la vista mozzafiato, con la campagna puntellata di borghi e cascine, e sullo sfondo, nebulosa, vigile ed imbruttita più che mai, Milano. Da vedere anche le piramidi di Montevecchia, cioè tre colline a gradoni, con lo stesso orientamento e inclinazione, che ricordano le piramidi del faraone Zoser. Probabilmente di origini celtiche, si trovano all’interno di un parco regionale

2_Borgo del Maglio


Credit immagine

Un’ora e un quarto circa per arrivare a Borgo del Maglio in provincia di Brescia: si tratta di un nucleo di edifici rurali, inserito nel Sistema Museale di Valle Trompia. All’interno è possibile visitare il Museo Il Maglio Averoldi, con una fucina del XV secolo, caratterizzata da una ruota idraulica funzionante che ancora oggi muove il maglio, dove è possibile assistere a dimostrazioni di lavorazione del ferro; inoltre c’è la Casa Museo Pietro Malossi, con una collezione privata di mobili, stampe, quadri ed armi.

3_Villaggio Crespi d’Adda


Credit immagine

Stiamo parlando di un Patrimonio dell’Unesco, sempre a un’ora da Milano. È un feudo, un Villaggio ideale del lavoro creato a fine ‘800 dai Crespi, famiglia di industriali lombardi del cotone. In pratica è una vera e propria cittadina costruita dal nulla dal padrone della fabbrica per i suoi dipendenti e le loro famiglie. Ai lavoratori venivano messi a disposizione una casa con orto e giardino e tutti i servizi necessari. Ancora oggi è abitata da alcuni discendenti delle famiglie di lavoratori della storica fabbrica.

4_Villa Litta


Credit immagine

La Villa Visconti Borromeo Arese Litta (che vien dal mare) è una villa storica strafiga, risalente al XVI secolo, situata nel comune di Lainate, quindi a meno di un’ora da Milano. Famoso in particolare il suo Ninfeo, poco lontano dal palazzo, in quanto è uno degli esempi più alti della cultura rinascimentale in Lombardia. I giardini storici della Villa hanno vinto lo scorso anno la XIV edizione del concorso Il Parco Più Bello d’Italia.

5_Degustazione del San Colombano, unico vino DOC milanese


Credit immagine

Tra le province di Milano e Pavia si produce un vino: il San Colombano al Lambro DOC. Un’ora di strada e si può degustare l’unico vino prodotto nella provincia del capoluogo Lombardo. Bella storia!

6_Vigevano


Credit immagine

Sicuramente Palazzo Ducale, ma non solo: in un giro a Vigevano (provincia di Pavia, centro famoso per la produzione di scarpe) c’è anche da vedere il Mulino di Mora Bassa, il Museo Internazionale della Calzatura, la Cattedrale di Sant’Ambrogio and much more. Poi beh, a pranzo o a cena un risottino vigevanese è d’obbligo

7_Parco Lombardo della Valle del Ticino


Credit immagine

È il più antico parco regionale d’Italia e si interseca tra le province di Milano, Pavia e Varese, in un’area di 91.410 ettari. Piante di tutti i tipi e anche uccelli, pesci, scoiattoli e tanti altri animali. All’interno del parco, inoltre, si trovano antichi castelli e fortezze. L’ideale per una passeggiata in famiglia, una figata da fare in bici.

Quindi, girettino?

Credit immagine di copertina

Commenti Facebook
Iscriviti alla Newsletter Imbruttita

Inviando questo modulo, confermi di accettare la nostra politica sulla privacy.


Il Milanese Imbruttito

Una pagina Facebook che nasce dopo un’attenta e imparziale osservazione della città, delle sue abitudini, del suo linguaggio e delle diverse tipologie umano/metropolitane che vivono e lavorano a MILANO.

La chiave e il tono ironico/realista che ne caratterizzano i contenuti, la identificano come riferimento e testimonianza moderna delle dinamiche sociali e dei cambiamenti linguistici all’interno della città.

Il Milanese Imbruttito non è né in orario, né in anticipo, né in ritardo; è già lì!

Vieni a trovarci sui nostri social!