5 0

Paradisi per freelance (e non solo): 6 bar di design dove agganciarsi al wifi e fatturare!

Milano è la città dei freelance, quel popolo di scappati di casa (me compresa) che corrono da una parte all’altra della città, zaino in spalla e computer sempre dietro.

Il più delle volte ci ritroviamo coi minuti contati tra scadenze da rispettare, mail che aspettano risposta e file excel che non aspettano altro che il nostro intervento.

Ecco perché quando si trova un posto in cui potersi fermare tra un appuntamento e l’altro, aprire il computer e mettersi a lavorare senza sentirsi parassiti, è bene non lasciarselo scappare e tenerlo a mente per le volte successive.

Per fortuna, ormai, in città di locali in cui lavorare serenamente sorseggiando un caffè cominciano a essercene un po’.
Abbiamo selezionato, zona per zona, quelli che ci piacciono di più.

Coffice (zona Porta Romana)


Credit immagine

Come suggerisce lo stesso nome, si tratta di una caffetteria che all’occorrenza può trasformarsi in ufficio. L’idea è quella di offrire scrivania e connessione internet al costo di 4 euro l’ora, con la possibilità però di rifocillarsi al buffet e avere acqua, caffè e tè a disposizione compresi nel prezzo.
L’ambiente è semplice ed essenziale, ma accogliente, con tanto di poltrone e divanetti per rilassarsi. Ci si può fermare anche a pranzo, ordinando piatti o taglieri. Se poi diventate degli habitué, è possibile anche fare un abbonamento mensile.

Hug (Zona NoLo)

Questo termine in inglese significa abbraccio ed è proprio questa la sensazione che si ha quando si entra in questa ex fabbrica di cioccolato della zona nord est di Milano, vicino alla fermata Rovereto.
Nato da poco, Hug promette di diventare un luogo di ritrovo imprescindibile per chiunque passi da quelle parti. Al suo interno troverete un’area dedicata allo smart working, con stampante, connessione wifi e scrivanie: le postazioni sono libere. Lo smartworking è Free per i tesserati hug card e la carta costa 5 euro l’anno.

Se invece volete fermarvi solo per un’oretta, potete accomodarvi anche al bar (in questo caso vi sarà chiesto solo di consumare qualcosa e potrete comunque usufruire del wifi) e mangiare più di un boccone, visto che in cucina c’è un vero chef che preparerà piatti diversi ogni giorno a seconda della stagionalità (noi abbiamo provato la crema di zucchine e menta e la torta alle nocciole, wow!).
Se poi arrivate in bicicletta e già che ci siete volete farle d’are un’occhiata, c’è pure la ciclofficina.

Gogol & Company (Zona Tortona)


Credit immagine

In pieno quartiere della moda, delle agenzie digital e del design non poteva mancare un locale multifunzionale, che facesse da bistrot, da ufficio, ma anche da libreria.
La stagione più bella per frequentare questo posto è la primavera, quando si può stare nei tavolini all’aperto della piccola piazza chiusa al traffico.
Non di rado vi capiterà di trovare qualche evento, come concertini musicali, presentazioni di libri e spettacoli. Per fermarsi anche dopo aver lavorato bevendo un bicchiere di vino.

Da Otto (Zona Paolo Sarpi)


Credit immagine

oTTo (è così che i proprietari vogliono che si scriva) è ormai una garanzia, uno dei posti più conosciuti e amati della città, da chi gira sempre alla ricerca di un tavolino per lavorare, ma non solo.
Qui durante la giornata ci si può accomodare a uno dei grandi tavoloni e usufruire del wifi, circondati da piante e dalla luce come se si fosse all’aperto. Nessuno verrà a disturbarvi, ci si serve da soli andando al banco e ordinando.
L’acqua è gratis, mentre la specialità del luogo sono i quadrotti, fette di pane quadrato (tipo toast, ma più alte) condite in ogni modo possibile e assolutamente photo-friendly (che non gliela volete fare una Instagram Stories dopo che li fanno così belli?).

Upcycle Milano Bike Café (zona Città Studi)


Credit immagine

Non fosse chiaro dal nome, i soci che hanno aperto questo locale sono tutti appassionati di bici. Ecco perché questo bar/bistrot somiglia così tanto a un’officina per le due ruote, con manubri, tubolari e pedali a vista.
Qui potrete rilassarvi, fare colazione o lavorare al computer da mattina a sera, mangiando o bevendo qualcosa (niente cocktail, solo vino e birre artigianali).
La cucina è ispirata a quella del Nord Europa, anche in orario aperitivo.

Parenthesy (zona Sant’Ambrogio/Cadorna)


Credit immagine

Nei pressi della Cattolica nasce questo bar/copisteria, che dà la possibilità agli studenti di studiare, stampare le tesi e bighellonare (che termine vintage!) tra una lezione e l’altra.
Da frequentare solo se non avete paura di sentirvi troppo vecchi. L’effetto nostalgia è sempre dietro l’angolo.

Credit immagine di copertina

Commenti Facebook


Il Milanese Imbruttito

Una pagina Facebook che nasce dopo un’attenta e imparziale osservazione della città, delle sue abitudini, del suo linguaggio e delle diverse tipologie umano/metropolitane che vivono e lavorano a MILANO.

La chiave e il tono ironico/realista che ne caratterizzano i contenuti, la identificano come riferimento e testimonianza moderna delle dinamiche sociali e dei cambiamenti linguistici all’interno della città.

Il Milanese Imbruttito non è né in orario, né in anticipo, né in ritardo; è già lì!

Vieni a trovarci sui nostri social!