0 0

Il caffettino fa fatturare, e se lo dice la scienza, prendiamone subito uno!

Qui si parla di booster per impennare la produttività. Eh si, alzare il didietro ogni tot è tutt’altro che da etichettare come morbo dello scansafatiche cronico o sindrome della sigaretta senza riposo: migliorerebbe non solo la circolazione, ma anche… la fatturazione!

La pausa caffè  secondo quanto emerso da un’indagine svolta da Eureka verrebbe evitata per mancanza di tempo da più di 1/4 degli impiegati europei intervistati. E non importa se gustarne una tazza appagherebbe le papille gustative (56%), aiuterebbe a svegliarsi (29%) e migliorerebbe la produttività in office (43%): si continua a presidiare la scrivania, punto e basta.

caffe

Ed è qui che casca il Giargiana stacanovista! Il caffè migliora memoria e concentrazione, soprattutto se assunto nelle ore delle pause, metà mattina e metà pomeriggio: i 75mg di caffeina contenuti in ogni tazza sarebbero da ringraziare e non evitare.

Lunghe ore di lavoro no-stop quindi, non sarebbero sinonimo di qualità e produttività, anzi. Tanto vale alzarsi e squattare in direzione macchinetta. Così si ottimizza, TAAAC!

Credit immagine copertina

Commenti Facebook


Il Milanese Imbruttito

Una pagina Facebook che nasce dopo un’attenta e imparziale osservazione della città, delle sue abitudini, del suo linguaggio e delle diverse tipologie umano/metropolitane che vivono e lavorano a MILANO.

La chiave e il tono ironico/realista che ne caratterizzano i contenuti, la identificano come riferimento e testimonianza moderna delle dinamiche sociali e dei cambiamenti linguistici all’interno della città.

Il Milanese Imbruttito non è né in orario, né in anticipo, né in ritardo; è già lì!

Vieni a trovarci sui nostri social!