1 0

Aspettando l’M4: slitta l’apertura della nuova metro, ma partono le talpe

Non è forse l’attesa della metro, essa stessa la metro? Frasi a caso per dare l’idea di quanto lunga e interminabile sembri la durata dei lavori per la M4. La quarta linea della metropolitana, che inizialmente era stata pensata in vista di Expo, sarà pronta solo nel 2023, con circa dieci mesi di ritardo sulla data di consegna preventivata in un primo momento.

Come accaduto con la M5, però, si potrebbe verificare l’ipotesi di un’apertura anticipata solo di alcune fermate, in particolare della tratta Linate-Forlanini.

Intanto, tutto è pronto per la partenza delle talpe nella tratta ovest, quelle che scaveranno nei cantieri fra Via Martinelli e Via Lodovico il Moro e raggiungeranno Via Solari.
Stando a quanto dichiarato dall’assessore alla Mobilità e all’Ambiente Marco Granelli, le Tbm partiranno entro giugno e impiegheranno circa un anno per completare lo scavo (è previsto un avanzamento di circa 15-20 metri al giorno).
Per l’inizio del 2019 entreranno in azione altre due talpe nella zona di Piazza Tricolore per proseguire i lavori sulla tratta centrale.

«È un momento importante perché da qui parte lo scavo della tratta ovest della M4 che ha superato il 27-28% di quantità di lavoro effettuato. Con lo scavo gli diamo un’altra botta importante per arrivare all’obiettivo. Le stazioni sono pronte a ricevere le due Tbm. Noi consideriamo, in questo modo, di mantenere i tempi e di lavorare per avere per il 2022-2023 tutta la linea M4 aperta», ha spiegato Granelli.

Per il momento, i capolinea ufficiali rimangono San Cristoforo e Linate, anche se l’assessore non esclude che in un secondo momento la metropolitana possa essere prolungata fino a Corsico e Buccinasco. «Valuteremo le diverse soluzioni che ci saranno presentate con lo studio di fattibilità», dice Granelli.

Quel che è certo è che si cercherà di aprire in contemporanea con la M4 anche un hub di interscambio con parcheggio per auto e stazione per pullman, collegato con il capolinea di San Cristoforo grazie a una passerella pedonale, «in modo che quando apre la metropolitana ci sia il parcheggio pronto, per evitare che questi quartieri subiscano l’invasione delle auto da fuori», conclude Granelli.

Credits immagine di copertina

Commenti Facebook


Il Milanese Imbruttito

Una pagina Facebook che nasce dopo un’attenta e imparziale osservazione della città, delle sue abitudini, del suo linguaggio e delle diverse tipologie umano/metropolitane che vivono e lavorano a MILANO.

La chiave e il tono ironico/realista che ne caratterizzano i contenuti, la identificano come riferimento e testimonianza moderna delle dinamiche sociali e dei cambiamenti linguistici all’interno della città.

Il Milanese Imbruttito non è né in orario, né in anticipo, né in ritardo; è già lì!

Vieni a trovarci sui nostri social!