4 0

Piazzale Loreto cambia faccia: rinascerà il Palazzo di Fuoco!

Chi non ha mai provato quel leggero sconforto nel passare da Piazzale Loreto? Tra tutte le piazze di Milano è quella che dà più tristezza, con il suo grigiore agghiacciante. Ma non è sempre stato così.

In Piazzale Loreto, dal 1959 al 1962, fu costruito il cosiddetto Palazzo di Fuoco, un edificio avveniristico per uffici, su progetto di Giulio Minoletti e Giuseppe Chiodi, posto tra Viale Monza e Via Padova.

La sua caratteristica più figa – quella che gli valse il soprannome di Palazzo di Fuoco – era l’illuminazione notturna in fasce di colore differenti, il pennone altissimo con una stella e l’orologio, anch’essi luminosi, posizionati sul tetto. Potete immaginare l’effetto prospettico a cannocchiale, molto scenografico, per chi arrivava da Corso Buenos Aires, che ti faceva dire: «cazzosiamo, a New York?».

Purtroppo il palazzo andò deteriorandosi col tempo, e dagli anni Ottanta in poi la sua facciata divenne un banale spazio per cartelloni pubblicitari.

Di recente, però, gli umarell più esperti tra voi avranno notato i lavori in corso, attorno all’edificio, e la chiusura della storica galleria che collegava viale Monza con via Padova. Curiosi di sapere che cosa sta succedendo? Be’, udite udite: lo studio GBPA Architects sta avviando un intervento di riqualificazione e rinnovamento che farà rinascere l’intera area.

Ecco i primi rendering ufficiali:

Il nuovo Palazzo di Fuoco sarà un luogo di aggregazione, d’incontro, ma soprattutto di lavoro (oh, siamo sempre a Milano, nani!) con una particolare attenzione all’ambiente e all’uso di energie rinnovabili.

Il progetto prevede una piazza interna con copertura vetrata, tanto verde e soprattutto una nuova illuminazione che tornerà a far risplendere piazzale Loreto.

La griglia luminosa attraverserà tutta la facciata, anche lateralmente, e si interfaccerà con la città comunicando l’orario, la temperatura e altri contenuti durante tutto l’anno.

Niente male, vero? E se nel frattempo danno una spuntatina alla giungla di fronte (aka la rotonda) c’è davvero speranza per la rinascita di Piazzale Loreto.

Credits immagini

Commenti Facebook


Il Milanese Imbruttito

Una pagina Facebook che nasce dopo un’attenta e imparziale osservazione della città, delle sue abitudini, del suo linguaggio e delle diverse tipologie umano/metropolitane che vivono e lavorano a MILANO.

La chiave e il tono ironico/realista che ne caratterizzano i contenuti, la identificano come riferimento e testimonianza moderna delle dinamiche sociali e dei cambiamenti linguistici all’interno della città.

Il Milanese Imbruttito non è né in orario, né in anticipo, né in ritardo; è già lì!

Vieni a trovarci sui nostri social!