1 0

7 gusti di gelato che non assaggeremmo mai, ma sono tra noi

L’estate e il gelato vanno a braccetto come l’abbronzatura da canotta con i turisti stranieri in vacanza a Milano. Ogni anno, questo alimento si rinnova e sposta l’asticella esplorando nuovi ingredienti e combinazioni culinarie.

Così come Mars Italia ha lanciato in questi giorni due stecchi dedicati agli M&M’s – uno cioccolato e l’altro cioccolato con arachidi – e l’Europa impazzisce per il cornetto Kinder Bueno, in giro per il mondo non restano di certo con il cono in mano.

Ecco i 7 gelati dai gusti più strani che si possono scovare in giro. Così strani che, l’unica cosa da fare è prendere un aereo e correre ad assaggiarli (o scappare):

1_Fish and Chips

fish and chips

Ebben sì, in Australia è possibile trovare la versione gelato del Fish and Chips, con tanto di cono.

gelato vipera

Da dove arriva il gelato alla vipera Mamushi? Dall’Oriente!

3_Gelato al ketchup

heinz gelato

In Irlanda, la catena di gelaterie artigianali Gelati ha reso omaggio a Ed Sheeran – in tour nel paese – rendendo dolce una delle sue note passioni culinarie.

4_Gelato al Ramen

ramen

In Giappone, ovviamente, poteva forse il Ramen non diventare anche un gelato? A realizzare la versione Ramen on Ice ci ha pensato Baby Star: gelato al caramello guarnito da noodles croccanti al pollo.

5_Gelato alla Burrobirra

BUTTERBEER

Gioite ancora un volta fan di PPPPPotter! Dopo la bevanda, ecco il gelato alla Burrobirra.

6_Gelato piccante

carolina reaper

Una gelateria di Glasgow ha voluto rendere San Valentino davvero hot con il gelato al peperoncino più piccante del mondo: il Carolina Reaper.

7_Poochini, il gelato per cani

poochini

E al vostro cane, un po’ di Poochini – by Shake Shack – alla vaniglia e burro d’arachidi con contorno di biscotti a osso ripieni di carne e formaggio, non lo volete dare?

Credit immagine copertina

Commenti Facebook


Il Milanese Imbruttito

Una pagina Facebook che nasce dopo un’attenta e imparziale osservazione della città, delle sue abitudini, del suo linguaggio e delle diverse tipologie umano/metropolitane che vivono e lavorano a MILANO.

La chiave e il tono ironico/realista che ne caratterizzano i contenuti, la identificano come riferimento e testimonianza moderna delle dinamiche sociali e dei cambiamenti linguistici all’interno della città.

Il Milanese Imbruttito non è né in orario, né in anticipo, né in ritardo; è già lì!

Vieni a trovarci sui nostri social!