3 0

Il “Modello Milano” stravince: a dirlo è un sondaggio che premia la nostra città

Milanesi del mondo, riunitevi: è stato da poco presentato il sondaggio sul Modello Milano, promosso dal Centro Studi Internazionali Saragat. Udite udite: i dati emersi rivelano un grande orgoglio meneghino (e, di riflesso, Imbruttito), che si può riassumere in alcuni aspetti votati, e ritenuti fondamentali, dai cittadini di Milano:

Senso di appartenenza alla città

Se Milan l’è on gran Milan, anche il senso di appartenenza dei suoi abitanti non è da meno: l’85% dei cittadini, infatti, ha affermato che non sceglierebbe un’altra città in cui vivere. Un dato da record, considerando che nel resto del Paese questa quota scende al 69%.

Sondaggio Milano

Forte orgoglio milanese

Ebbene sì, tra i cittadini di Milano si registra un’amplissima condivisione (che raggiunge quasi l’unanimità tra i più giovani) rispetto alla dimensione europea della città. Non solo: ad essere apprezzate sono anche il suo ruolo di avanguardia del Paese, da vera trend setter city, e il suo essere ormai un indiscutibile modello economico. Dove si fattura, si traina, ça va san dire.

Decisa soddisfazione per la città

Promossa a pieni voti: Milano si porta a casa un bel 94% di giudizi positivi, con una netta maggioranza di valutazioni ottime – dall’8 in su, per usare un linguaggio scolastico in periodo di maturità. I fattori più apprezzati? Le attrattive culturali, il divertimento e le opportunità sociali.

Ottima reputazione in tutto il Paese

Lavoro, opportunità e vita sociale: tre italiani su quattro (75%) promuovono Milano soprattutto per questi tre ambiti.

Al termine della presentazione di questo sondaggio è stato premiato, con una moneta d’oro, il simbolo della Milanesità, Fedele Confalonieri, presidente Mediaset. Attualmente il nostro grado di orgoglio – e di imbruttimento – è salito ai massimi livelli. Aspettiamo il prossimo sondaggio per gasarci (e menarcela) ancora di più!

Credit immagine di copertina

Il Milanese Imbruttito

Una pagina Facebook che nasce dopo un’attenta e imparziale osservazione della città, delle sue abitudini, del suo linguaggio e delle diverse tipologie umano/metropolitane che vivono e lavorano a MILANO.

La chiave e il tono ironico/realista che ne caratterizzano i contenuti, la identificano come riferimento e testimonianza moderna delle dinamiche sociali e dei cambiamenti linguistici all’interno della città.

Il Milanese Imbruttito non è né in orario, né in anticipo, né in ritardo; è già lì!

Vieni a trovarci sui nostri social!