0 0

Il campione Danilo Gallinari regala 3 playground alla città di Milano

Danilo Gallinari è il giocatore di basket italiano più famoso nel mondo, attualmente in forza ai Los Angeles Clippers e voglioso di confrontarsi con sua maestà Lebron James (recentemente passato ai Los Angeles Lakers) nel derby per il dominio della città degli angeli.

Nonostante le titaniche sfide professionali lo abbiano portato lontano da Milano, l’ex stella dell’Olimpia ha recentemente inaugurato la sua fondazione We playground together, in collaborazione con il comune di Milano e l’assessore Roberta Guaineri.
Il progetto, a dimostrazione di come Danilo non si sia dimenticato della Madunina, durerà tre anni e porterà alla ristrutturazione e riqualificazione di tre playground meneghini. 

«Il primo verrà inaugurato l’8 settembre ed è quello di Parco Marinai d’Italia (Corso 22 Marzo, zona ex Plastic per intenderci), per il 2019 e il 2020 stiamo ancora pensando a quale scegliere. È un progetto a cui tengo molto e un modo per ripagare la città da cui provengo nella speranza che possa aiutare qualche altro ragazzo nella realizzazioni dei suoi sogni», ha detto Danilo.

Per chi si stesse chiedendo: «Sì, ma cusa l’è il playground?», è il campetto. Sì, quello dei film americani, quello dove non esistono arbitri e dove si distinguono nitidamente i giocatori veri. O forse, più semplicemente, il luogo dove si inizia a sognare. È stata proprio questa funzione didattica a ispirare maggiormente il Gallo: «Permettere ai tanti appassionati e specialmente ai più giovani di divertirsi su impianti riqualificati e tenuti in ordine».

Che dire, ebbravo Danilo! Tu non ti sei dimenticato di Milano e Milano mai si dimenticherà di te.

Articolo scritto da Diego Carluccio

Commenti Facebook


Il Milanese Imbruttito

Una pagina Facebook che nasce dopo un’attenta e imparziale osservazione della città, delle sue abitudini, del suo linguaggio e delle diverse tipologie umano/metropolitane che vivono e lavorano a MILANO.

La chiave e il tono ironico/realista che ne caratterizzano i contenuti, la identificano come riferimento e testimonianza moderna delle dinamiche sociali e dei cambiamenti linguistici all’interno della città.

Il Milanese Imbruttito non è né in orario, né in anticipo, né in ritardo; è già lì!

Vieni a trovarci sui nostri social!