2 0

Stress da rientro, te saludi! Torna Sweety of Milano, il 15 e il 16 settembre al Palazzo delle Stelline

Il rientro a lavoro ha un sapore troppo amaro? Prendetela con dolcezza, fiondandovi il 15 e il 16 settembre al Palazzo delle Stelline per Sweety of Milano, il più grande evento dedicato alla pasticceria. Due giorni per staccare il cervello dagli excel e rimpinzarvi di golosità: ci sta!

Le novità di quest’anno sono molte, a cominciare dall’area degustazioni, dove assaggiare e acquistare uno dei 100 imperdibili dolci creati da 25 grandi maestri, come Ernst Knam e Iginio Massari. E poi masterclass, percorsi esperienziali, laboratori (gratuiti!) della Sweet Academy per prendere dimestichezza con gli strumenti del mestiere e conoscere le tecniche dolciarie dei maître pâtissier. Tanta roba!

Come dite? Volete portarvi il nano ma non sapete come fare? Non c’è problema: iscrivetelo a Sweety Baby, la scuola di pasticceria per i più piccoli. Ci penseranno i character dei Minions a farlo divertire, mentre voi vi starete godendo un caffè o un drink nell’area relax del chiostro. Taaac!

A proposito di drink: sabato 15 settembre, il bartender Cristian Lodi preparerà cocktail speciali da accompagnare alle creazioni del pasticcere Nicolò Moschella. Anche agli eventi food, c’è sempre un buon motivo per sbocciare!

Per un weekend soltanto, preparatevi a fare il pieno di torte, semifreddi, profiteroles, gelati, sfogliatelle, babà e tutto ciò che riuscite a immaginare (o a ingerire). Cazzovene, la prova costume non è più un problema.

Settembre è un mese difficile, date retta a noi: prima di fatturare, regalatevi un po’ di dolcezza!

Sweety of Milano 4° edizione
Dove: Palazzo delle Stelline, Corso Magenta 61 (MM1 e MM2 Cadorna, Tram 16)
Quando: 15 e 16 settembre, dalle 10.00 alle 19.30
Biglietti: Giornaliero 7€ / 2 giorni 10€ / Masterclass 15€. Saltate la coda e acquistateli online qui.

Commenti Facebook


Il Milanese Imbruttito

Una pagina Facebook che nasce dopo un’attenta e imparziale osservazione della città, delle sue abitudini, del suo linguaggio e delle diverse tipologie umano/metropolitane che vivono e lavorano a MILANO.

La chiave e il tono ironico/realista che ne caratterizzano i contenuti, la identificano come riferimento e testimonianza moderna delle dinamiche sociali e dei cambiamenti linguistici all’interno della città.

Il Milanese Imbruttito non è né in orario, né in anticipo, né in ritardo; è già lì!

Vieni a trovarci sui nostri social!