5 0

Mangiare bene e spendere poco: i migliori ristoranti low cost a Milano secondo la Guida Michelin

Quando si va a cena a Milano non è obbligatorio lasciarci giù un rene.

Ci ha pensato direttamente la Guida Michelin a nominare i ristoranti dove si mangia bene e si spende poco in città. Sono i cosiddetti ristoranti Bib Gourmand, dove, appunto, si cena al top con un big ocio al prezzo, nel senso che non si sganciano più di 35 euro per un menù completo.

«Il rapporto qualità prezzo è certamente un elemento importantissimo di selezione – ha dichiarato Sergio Lovrinovich, direttore della Guida Michelin Italia – ma lo è ancora di più la passione per la tavola che si respira nei ristoranti Bib Gourmand, in cui si gustano ricette spesso tradizionali, proposte fedelmente, completamente rivisitate o con leggere personalizzazioni».

Nella Guida Michelin 2019 di ristoranti low cost ce ne sono 21, di cui 5 sono a Milano (e uno vicino in Giargiania):

Cucina dei Frigoriferi Milanesi – via Giovanni Battista Piranesi 10

Dal sito si legge: «Così, lo spazio minimalista del ristorante diventa la quinta dal sapore newyorkese in cui prende vita una carta destrutturata, non divisa tradizionalmente in antipasti, primi e secondi, ma composta da 10 piatti che possono essere accostati secondo l’estro del momento. I prezzi invitano ad ampliare l’esplorazione: un piatto costa 16 euro, 2 piatti 28 euro, 3 piatti 37 euro, 2 piatti piu’ il dolce 33 euro».

Dongiò – via Bernardino Corio 3

Dal sito: «Aperto nel 1987, il Dongiò è un ristorante a gestione familiare da tre generazioni. Cucina di terra, in cui la tradizione della pasta fresca si incontra con il gusto robusto e deciso del Sud».

Da Giannino-L’angolo d’Abruzzo – via Rosolino Pilo 20

Dalla Guida Michelin 2019: «Una calorosa accoglienza, un ambiente semplice ma vivace sempre molto frequentato e il piacere di riscoprire, in piatti dalle abbondanti porzioni, la tipica cucina abruzzese. Ottimi gli spaghetti alla chitarra al sugo di agnello e i mitici arrosticini!»

Serendib – via Pontida 2

Dal sito: «Lo auguriamo ai nostri fedeli clienti che dal 1993 hanno vissuto con Serendib un’esperienza culturale unica nel cuore di Milano nel vibrante quartiere di Corso Como a pochi passi da Brera: non solo le più raffinate cene ispirate al subcontinente indiano, ma anche serate d’arte, di danza e di musica».

Trippa – via Giorgio Vasari 1

Dalla Guida Michelin: «Semplice, informale e con un tocco retrò, la trippa è una delle proposte che troverete spesso in carta, che tuttavia si amplia a piatti di ogni regione, di immediata forza e comprensibilità, senza inutili fronzoli. La qualità dei prodotti e le capacità di un grande interprete – il giovane cuoco – ne fanno una delle migliori trattorie della città. Specialità: risotto alla milanese con midollo alla brace, vitello tonnato, e la sempre presente trippa!»

CristianMagri – via Meriggia 3, Settimo Milanese 

Dal sito: «La nostra cucina moderna, seria e concreta propone menù creativi che strizzano l’occhio alla tradizione, tesi a valorizzare le materie prime del territorio e della stagione».

Beh, buoni da segnarsi. Poca spesa, tanta resa (per la panza). Taaac.

Credit immagine di copertinaCredit immagine Credit Immagine

Commenti Facebook


Il Milanese Imbruttito

Una pagina Facebook che nasce dopo un’attenta e imparziale osservazione della città, delle sue abitudini, del suo linguaggio e delle diverse tipologie umano/metropolitane che vivono e lavorano a MILANO.

La chiave e il tono ironico/realista che ne caratterizzano i contenuti, la identificano come riferimento e testimonianza moderna delle dinamiche sociali e dei cambiamenti linguistici all’interno della città.

Il Milanese Imbruttito non è né in orario, né in anticipo, né in ritardo; è già lì!

Vieni a trovarci sui nostri social!