3 0

Fermi tutti: una ricerca sostiene che le patatine del McDonald curino la calvizie

Da sempre viene bollato come cibo spazzatura, eppure una ricerca ha finalmente scagionato (parte) del menù McDonald: un team di scienziati giapponesi ha rivelato che le untissime patatine del Mc sarebbero in grado di curare la calvizie. Seh vabbè, ma come?

La notizia è stata pubblicata su Biomaterials ed è stata ripresa da molti siti, ingolosendo quei poveri disperati che ogni santo giorno combattono con la perdita dei capelli; ma spieghiamo meglio: si parla di un additivo che viene aggiunto nel normale olio per friggere, con azione antischiumante. In pratica, evita la formazione di bolle e schizzi di olio bollente. La molecola in questione si chiama dimetilpolisossano e, pur essendo già nota per le sue proprietà, nessuno se l’era cagata fino ad ora.

I ricercatori della Yokohama National University sono riusciti a far crescere con successo i follicoli piliferi aggiungendo il dimetilpolisossano sul dorso di alcune cavie animali.

Ehi, ma non ci provate: per ottenere una chioma fluente non basterà abbuffarvi di patatine fritte e fare indigestione di Happy Meal, dovrete aspettare che venga realizzata una vera e propria terapia basata su questa nuova scoperta.

Credit immagine di copertina

Articolo scritto da Liliana Terlizzi

Commenti Facebook


Il Milanese Imbruttito

Una pagina Facebook che nasce dopo un’attenta e imparziale osservazione della città, delle sue abitudini, del suo linguaggio e delle diverse tipologie umano/metropolitane che vivono e lavorano a MILANO.

La chiave e il tono ironico/realista che ne caratterizzano i contenuti, la identificano come riferimento e testimonianza moderna delle dinamiche sociali e dei cambiamenti linguistici all’interno della città.

Il Milanese Imbruttito non è né in orario, né in anticipo, né in ritardo; è già lì!

Vieni a trovarci sui nostri social!