6 0

Buon compleanno Giovanni: 5 video per festeggiare Pdor figlio di Kmer

Buon compleanno Giovanni Storti, oggi sono 62.

Milanese Doc, che insieme ad Aldo e Giacomo ha segnato la storia delle risate in Italia tra film e sketch comici, molte delle sue battute sono diventate per tante persone veri e propri modi di dire. Protagonista a teatro, in televisione, al cinema, in libreria e oggetto di un sacco di meme, il ragazzo milanese ne ha fatta di strada.

E allora, per fargli gli auguri come si deve, ci rivediamo 5 video in suo onore con battute celebri (ma ocio a vederli a lavoro che sicuro iniziate a ridere di brutto e vi sgamano….).

1_La Subaru SV, o meglio Baracca

La migliore delle prove su strada di auto giapponesi, con tanto di presentazione dei servizi al volante. E la Subaru Sv, anzi Subaru Baracca, è diventato così il naming classico per i catorci che si vedono in giro.

2_Mezzogiorno, topi morti?

 

L’alimentazione di Aldo non è proprio quella che consiglierebbero a Medicina 33, e davanti alla peperonata alle 8 di mattina la risposta di Giovanni è quella che oggi si dà a chiunque mangi pesante e fuori orario.

3_Non ce la faccio, troppi ricordi

Le luci a San Siro fanno piangere Giovanni dai troppi ricordi, e la scena è diventata non solo celebre, ma anche uno dei meme più diffusi nell’etere. E comunque anche la reazione ai Cugini di Campagna non è niente male.

4_Pdor figlio di Kmer

Altro che Lannister o Stark, è Pdor, figlio di Kmer (etc etc etc) il discendente dalle casate più importanti. Ma meglio ricordarselo, se no riparte il recap…

5_Con 30 mila lire il mio falegname la faceva meglio

 

È di Giovanni Storti la frase che spiega meglio il valore comune e la comprensione dell’arte contemporanea

Senza dimenticare Nico, Jhonny Glamour, il professore Alzheimer e tutti gli altri…

Bella Giovanni, Grazie.

Credit immagine di copertina

Commenti Facebook


Il Milanese Imbruttito

Una pagina Facebook che nasce dopo un’attenta e imparziale osservazione della città, delle sue abitudini, del suo linguaggio e delle diverse tipologie umano/metropolitane che vivono e lavorano a MILANO.

La chiave e il tono ironico/realista che ne caratterizzano i contenuti, la identificano come riferimento e testimonianza moderna delle dinamiche sociali e dei cambiamenti linguistici all’interno della città.

Il Milanese Imbruttito non è né in orario, né in anticipo, né in ritardo; è già lì!

Vieni a trovarci sui nostri social!