13 0

Work in progress: tutti i futuri prolungamenti della metropolitana di Milano

Milano, per la gioia di molti nonnini, è un cantiere a cielo aperto. Si costruisce a destra e pure a sinistra: case, residence, centri commerciali, grattacieli, negozi e… tunnel della metropolitana. Forse ve ne sarete accorti, tra un ingorgo nell’ora di punta, una strada deviata e un capannello di curiosi over 60.

Tralasciando i momentanei disagi e le lamentele annesse, la nostra città ha in programma di diventare ancora più tattica e fruibile. Come? Con i nuovi prolungamenti e fermate che interesseranno le principali linee della metro, vecchie e nuove.

1_M1

Si parla di due nuove fermate: Sesto Restellone e Monza Bettola. Il capolinea della M1 avrà anche l’interscambio con la linea 5. Inizio lavori: fine 2020.

Bisceglie si allungherà fino a Baggio di ben 3 fermate con un prolungamento di 3.5 km. Il nuovo capolinea? Via degli Ulivi. Inizio lavori: 2021.

2_M2

Dimenticatevi del capolinea Cologno Nord: la verde raggiungerà Vimercate. Dopo i vari studi di fattibilità, si parla anche di 6 nuovi stop: Brugherio, Carugate, Agrate, Concorezzo, Vimercate-Torre Bianche, Vimercate.

Per chi non volesse rinchiudersi sottoterra, una delle alternative ipotizzate è BRT (Bus Rapid Transit): bus a guida autonoma, filobus o bus elettrici su corsie riservate. La scelta verterà su una delle tre tipologie di mezzo pubblico.

3_M3

Due nuove fermate: Cormano e Paderno. Se a conti fatti risulterà possibile, si parla anche di un prolungamento in direzione Paullo.

È principalmente una questione di portafogli: il primo progetto iniziale – da ben 280 milioni di euro – vede la partecipazione tramite un accordo di programma della Regione Lombardia, l’Agenzia del bacino TPL, la città metropolitana di Milano, Cremona e 11 comuni (Milano, San Donato Milanese, Peschiera Borromeo, Pantigliate, Mediglia, Settala, Tribiano, Paullo, Zelo Buon Persico, Crema e Spino d’Adda). Una sorta di fundraising.

Anche qui, si valuta l’alternativa BRT (Bus Rapid Transit).

4_M4

Già da fine gennaio 2021 si potrà provare l’ebbrezza di scendere nelle prime fermate della linea blu: da Linate a Forlanini (andata e ritorno). Per San Babila si dovrà aspettare il 2022 e, per l’intera linea, il 2023.

Si punta poi al raggiungimento di Buccinasco, Pioltello e Segrate.

5_M5

Ladies and gentelmen senza battibecchi e sbatti, arriva il prolungamento Monza Polo istituzionale. La linea attuale raddoppia in km e aggiunge 12 fermate. Ciò fa si che Milano diventi la prima città d’Italia a collegarsi via metro a un’altra provincia.

A Bignami ci sarà una biforcazione che da una parte andrà verso Monza e, dall’altra, in direzione Bresso. Le fermate? Parco Nord, Bresso, Cusano e 2 a Cinisello.

Il prolungamento da San Siro Stadio verso Settimo Milanese – e si vocifera Magenta – prevedrebbe 5 fermate: Caldera, Quinto Romano, San Romanello, Figino, Settimo Milanese. Lo studio è ancora in fase di approvazione.

Inizio e fine lavori: 2021 – 2030.

6_M6

Un bel giorno… Arriverà anche l’M6, la linea arancione da Certosa a Tibaldi. Il progetto dovrebbe prevedere le 37 fermate ipotizzate dalla giunta Moratti. Tra queste spiccano: Quarto Oggiaro, viale Certosa, Pagano, Porta Genova, piazza XXIV Maggio, Porta Romana, via Lombroso, Ponte Lambro. Non c’è ancora nulla di definitivo, salvo le estensioni: Baranzate e Noverasco.

Quando? Non prima del 2030.

7_S9: la CIRCLE LINE

Grazie all’accordo con FS, anche Milano avrà una sua circle line sul percorso dell’S9.

Da Rho Fiera a San Cristoforo Fs-M4: Mind, Stephenson, Tibaldi sono le nuove fermate già progettate. Ce ne saranno anche altre (Istria) con partenze ogni 15 minuti.

Credit immagine copertina

Approfondimento ispirato a: https: www.milanocittastato.it

Commenti Facebook


Il Milanese Imbruttito

Una pagina Facebook che nasce dopo un’attenta e imparziale osservazione della città, delle sue abitudini, del suo linguaggio e delle diverse tipologie umano/metropolitane che vivono e lavorano a MILANO.

La chiave e il tono ironico/realista che ne caratterizzano i contenuti, la identificano come riferimento e testimonianza moderna delle dinamiche sociali e dei cambiamenti linguistici all’interno della città.

Il Milanese Imbruttito non è né in orario, né in anticipo, né in ritardo; è già lì!

Vieni a trovarci sui nostri social!