0 0

Psicopazza chiude il marito in soffitta perché non lava bene i piatti

Parliamo dell’ennesimo caso di violenza domestica, anche se questa volta a ruoli invertiti.

A Roma, una donna originaria del Perù ha maltrattato per anni il marito costringendolo a svolgere tutte le faccende domestiche da solo. L’uomo doveva lavare i piatti, stendere il bucato e occuparsi della cura della casa. E non è finita qui: non solo era obbligato a fare tutto da solo, ma doveva farlo anche bene! Pena la reclusione in soffitta o il classico a letto senza cena. Secondo le prime ricostruzioni, infatti, l’aguzzina lo aveva rinchiuso moltissime volte in soffitta, lo aveva costretto a fare le scale di corsa col fine di farlo cadere o gli aveva impedito di consumare la cena versando nel piatto del disinfettante.

Sembra una storia inventata di sana pianta, eppure è proprio ciò che è successo. Dopo anni e anni di maltrattamenti è stato il fratello della vittima a sporgere denuncia. Ora per fortuna l’incubo è finito. Alla donna è stato infatti notificato l’obbligo di allontanarsi da casa e soprattutto di avvicinare il marito. La vittima avrebbe dichiarato di non aver mai sporto denuncia per amore del figlio.

Articolo scritto da Francesca Solazzo

Commenti Facebook


Il Milanese Imbruttito

Una pagina Facebook che nasce dopo un’attenta e imparziale osservazione della città, delle sue abitudini, del suo linguaggio e delle diverse tipologie umano/metropolitane che vivono e lavorano a MILANO.

La chiave e il tono ironico/realista che ne caratterizzano i contenuti, la identificano come riferimento e testimonianza moderna delle dinamiche sociali e dei cambiamenti linguistici all’interno della città.

Il Milanese Imbruttito non è né in orario, né in anticipo, né in ritardo; è già lì!

Vieni a trovarci sui nostri social!