2 0

Milano sempre più verde: è record di aiuole curate dai privati!

Con l’arrivo della primavera, la nostra Milano si tinge sempre più di verde. Negli ultimi 10 anni, grazie soprattutto all’iniziativa Cura e adotta il verde pubblico, i giardini e le aiuole curate dai privati sono aumentati del 900%, passando da 50 a 504. E tutta questa bella mania non sembra desinata a finire.

Una delle prossime rivoluzioni del verde in centro città riguarderà Piazzale Cadorna: addio ai camminamenti in mezzo all’aiuola – addio quindi alla mini discarica che si era creata – e spostamento delle panchine verso l’uscita della metropolitana.

Un altro progetto, firmato dall’architetto Marco Bay e dedicato ai 500 anni dalla morte di Leonardo da Vinci, prevede un radicale cambiamento di Piazza della Scala. Nei prossimi tempi, infatti, la piazza si tingerà di verde come non mai, con l’installazione di piante e fiori.

Ma la cosa più bella di noi milanesi e della nostra città è che non serve avere a disposizione chissà quali budget per dar vita a questi straordinari scorci. Ognuno di noi, infatti, nel suo piccolo può contribuire a rendere Milano sempre più colorata e naturale. Basta pensare a strade come Via Washington, in cui la cura degli spazi verdi – e non sono pochi! – è completamente affidata ai condomini. E non sono i soli, ovviamente. Da via Bronzetti a Via Crema, da Piazza Bolivar a Piazza Buonarroti e chi più ne ha più ne metta!

Quindi, cari Milanesi, se con l’arrivo della bella stagione cercate una scusa per stare un po’ fuori casa, tra uno spritz e un Negroni, date retta a noi… datevi al giardinaggio! Milano vi ringrazierà.

Credit immagine di copertina

Articolo scritto da Francesca Solazzo

Commenti Facebook


Il Milanese Imbruttito

Una pagina Facebook che nasce dopo un’attenta e imparziale osservazione della città, delle sue abitudini, del suo linguaggio e delle diverse tipologie umano/metropolitane che vivono e lavorano a MILANO.

La chiave e il tono ironico/realista che ne caratterizzano i contenuti, la identificano come riferimento e testimonianza moderna delle dinamiche sociali e dei cambiamenti linguistici all’interno della città.

Il Milanese Imbruttito non è né in orario, né in anticipo, né in ritardo; è già lì!

Vieni a trovarci sui nostri social!