2 0

Milano come Wall Street: cosa ci fa un enorme toro di bronzo in Galleria?

Dalla testa agli zoccoli, nessuna parte anatomica esclusa e nemmeno pestata: in galleria Vittorio Emanuele II a far compagnia alle famose palle portafortuna è arrivata la statua di un toro. Milano come Wall Street, oseremmo dire.

Non a caso è stato scelto proprio il capoluogo lombardo come location per questo bronzeo simbolo della finanza. Di F, dopotutto, ce ne intendiamo parecchio.

toro galleria

Il primo aprile è stato inaugurato The Bull – opera di Francesco Messina – donata al comune da Class Editori. L’installazione è temporanea: rimarrà in Galleria fino al 7aprile. La scelta non è affatto casuale, si tratta della durata del festival Milano capitali – dedicato a finanza e risparmio – organizzato, indovinate un po’, proprio da Class.

Il toro doveva gloriosamente posizionarsi davanti a piazza Affari, ma sfortunatamente per lui, il dito medio di Cattelan si è dimostrato un torero difficile da battere e non si è spostato nemmeno di una virgola.

The bull troverà lo stesso, in futuro, una sistemazione definitiva in città. Olè.

Credit immagine, Credit immagine copertina

Commenti Facebook


Il Milanese Imbruttito

Una pagina Facebook che nasce dopo un’attenta e imparziale osservazione della città, delle sue abitudini, del suo linguaggio e delle diverse tipologie umano/metropolitane che vivono e lavorano a MILANO.

La chiave e il tono ironico/realista che ne caratterizzano i contenuti, la identificano come riferimento e testimonianza moderna delle dinamiche sociali e dei cambiamenti linguistici all’interno della città.

Il Milanese Imbruttito non è né in orario, né in anticipo, né in ritardo; è già lì!

Vieni a trovarci sui nostri social!