3 0

Bye Bye vita sociale: il letto-cinema è quello che stavamo aspettando

Prendete le chiavi e date una doppia mandata alla porta blindata: anche oggi si esce domani. Se in inverno la scusa era il freddo, il brutto tempo e gli improbabili outfit a cipolla – che impedivano di abbandonare divano e copertina – in estate bisogna arrovellarsi in maniera più creativa sul come paccare amici insistenti e pieni di vita.

Dopotutto, anche mode e tendenze lo dicono a gran voce: è cool stare a casa ingozzandosi di cibo – junk food – lasciandosi tentare dal fascino di film e serie tvfino a sfociare nel binge watching.

Piaghe da decubito e possibile diabete a parte, per gli amanti del relax domestico è arrivato un oggetto d’arredamento irrinunciabile, che certo non migliorerà la forma forma fisica, ma sicuramente vi eviterà fastidiosi torcicollo!

Per tutti quelli che non hanno sbatti in generale – ma soprattutto di andare al cinema – l’azienda polacca iNyx offre una soluzione su un letto d’argento.

Signori e signore siamo lieti di presentarvi il letto-cinema che, con le sue tendine laterali, offre ancor più privacy (di quanta già non ne abbia la vostra stanza). Non solo: è dotato di schermo che arriva fino ai piedi, un proiettore incorporato nella testiera, 5 casse, porta bibite e diversi sistemi d’illuminazione.

Questi ultimi sono personalizzabili. È persino possibile ricreare sopra le vostre testoline l’effetto cielo stellato che – combinato con il suo design pseudo Rockabilly – vi farà sentire come nei drive in dell’epoca. Il costo di questo gioiellino? 4.600 euro. L’azienda, nel mentre, ha aperto una raccolta fondi in crowdfunding.

Il sogno dei cinefili, coppie in preda agli ormoni e bambini ruminanti e urlanti, è stato finalmente realizzato. E ora, silenzio in sala, grazie.

Credit immagine copertina

Commenti Facebook


Il Milanese Imbruttito

Una pagina Facebook che nasce dopo un’attenta e imparziale osservazione della città, delle sue abitudini, del suo linguaggio e delle diverse tipologie umano/metropolitane che vivono e lavorano a MILANO.

La chiave e il tono ironico/realista che ne caratterizzano i contenuti, la identificano come riferimento e testimonianza moderna delle dinamiche sociali e dei cambiamenti linguistici all’interno della città.

Il Milanese Imbruttito non è né in orario, né in anticipo, né in ritardo; è già lì!

Vieni a trovarci sui nostri social!