0 0

Una pista ciclopedonale futuristica, sospesa sul Naviglio, collegherà Lorenteggio e Ronchetto

Habemus progetto. Semplicità, funzionalità, capacità di connettere il territorio rispettando l’ambiente e forte identità architettonica. Sono questi gli ingredienti che hanno decretato la vittoria dello studio Aoumm, capeggiato da Rossella Locatelli, che si è aggiudicato il concorso internazionale di progettazione Attra\Verso San Cristoforo indetto da Comune di Milano e M4 S.p.A. grazie al quale Lorenteggio e Ronchetto sul Naviglio saranno finalmente collegate tra loro.

Ai concorrenti in gara era stato chiesto anche di progettare un hub nell’area di via Lodovico il Moro e via Guido Martinelli, e il collegamento ciclopedonale a raso tra via Martinelli e il confine sud della futura area di interscambio. Non solo. Si chiedeva di definire le linee guida per l’area di interscambio stessa e la riconfigurazione di piazza Tirana.

I vincitori sono stati coloro che hanno idealmente realizzato il percorso più funzionale e caratteristico, in grado di collegare la Piazza a Via Martinelli, valorizzando quartieri, paesaggi, collegamento M4 e futura oasi naturalistica prevista all’interno dello scalo.

Andiamo nel dettaglio.

La passerella ciclopedonale avrà la forma di un morbido nastro elicoidale – accessibile a tutti – sorretto da pilastri in acciaio. Diversi tra loro per colore, rivestimento, forme e finitura sono un chiaro omaggio ad archistar milanesi del calibro di Alessandro Mendini, Franco Albini, Aldo Rossi, Gae Aulenti, Angelo Mangiarotti e Giò Ponti.

Nel punto centrale della passerella – in lamiera antigraffio – si formerà un cerchio che permetterà gli accessi anche al futuro parco e alla fermata della metropolitana. Quest’ultima avrà come ingresso principale una grande scalinata verde.

Nella zone a sud della fermata e del parco di San Cristoforo e a nord del futuro parcheggio di interscambio, vi sarà un giardino con camminamenti che permetteranno la raccolta dell’acqua piovana. Sul lato ovest, invece, le nuove fermate dei mezzi pubblici. Il percorso ciclopedonale situato a sud – continuamento della passerella principale – sarà costeggiato da aree verdi che anticiperanno gradualmente la campagna.

L’area di interscambio a sud di Via Martinelli

Per mantenere un che di naturale e minimizzare il consumo di suolo nell’area di raccordo tra il Bosco in Città, il parco delle Cave e il Parco Agricolo Sud, a Sud di via Martinelli verranno costruiti un parcheggio e deposito full-electric per i bus, con 4 capolinea in superficie e due piani interrati per un totale di 160 posti; una torre compatta da ben 700 auto che sul tetto ospiterà luoghi adibiti alla ristorazione.

Non si toccheranno di una virgola l’officina, gli uffici e gli altri spazi maggiormente utilizzati, così come il verde circostante.

Piazza Tirana

Un parco attrezzato con tutto e di più, punto di riferimento del quartiere. Dalle aree giochi, skatepark, rastrelliere, bike sharing, prati con nuovi alberi fino alle piazzette in cui godersi una meritata sosta all’ombra. Questa l’idea per la piazza.

Lungo i versanti est e ovest, il progetto interesserà anche la viabilità che sarà portata all’altezza della nuova area verde, trasformandola in una zona 30 con un sistema di illuminazione delicata. Tutto avverrà step by step, ovviamente.

Credit immagini, Credit immagine copertina

Commenti Facebook


Il Milanese Imbruttito

Una pagina Facebook che nasce dopo un’attenta e imparziale osservazione della città, delle sue abitudini, del suo linguaggio e delle diverse tipologie umano/metropolitane che vivono e lavorano a MILANO.

La chiave e il tono ironico/realista che ne caratterizzano i contenuti, la identificano come riferimento e testimonianza moderna delle dinamiche sociali e dei cambiamenti linguistici all’interno della città.

Il Milanese Imbruttito non è né in orario, né in anticipo, né in ritardo; è già lì!

Vieni a trovarci sui nostri social!