0 0

I “bedroom cinema” sono l’alternativa perfetta al divano di casa

Abbiamo capito che per farci uscire di casa, ci vogliono i santi, le madonn-ine d’oro e pure tutto il coro Gospel di Sister Act. Se proprio l’idea di abbandonare l’amatissimo divano ci pesa peggio che puntare sveglia alle 6 per andare a correre lungo il Naviglio, i bedroom cinema sono a tutti gli effetti un ottimo compromesso.

Secondo i dati Cinetel, infatti, nel 2018 si è registrato un -6,89% di presenze al cinema rispetto al 2017 (-18,42 a confronto con il 2016), con -4,98% di incassi (-16,1% rispetto al 2016). Tutta colpa di Netflix&co come potete immaginare.

Per questo, gli svizzeri sono corsi ai ripari, sfoderando l’artiglieria pesante. Come? Inaugurando lo scorso 9 maggio una sala cinematografica con camera da letto di lusso composta da 11 letti matrimoniali con poggiatesta elettrici regolabili anti-abbiocco. Per soli 49 euro ci si può rilassare in tutta comodità, con tanto di saltacoda, bevande analcoliche e snack gratuiti.

«I clienti possono essere certi che i letti vengano rifatti dopo ogni proiezione. L’aspetto dell’igiene è molto importante per noi», ha specificato Venanzio Di Bacco, CEO di Pathé Svizzera, sul sito 20 minuten.

Oltre a questa considerabile zona notte, per i meno esigenti il cinema offre anche: cinema Imax con 350 posti a sedere e una sala con divani singoli e doppi; un’area per bimbi con pouf morbidi, giochi e uno scivolo (14,50 franchi a testa). Per tutti gli altri, la sala classica ha un costo di 19,50 franchi.

Chissà se il format arriverà anche da noi e riuscirà a farci abbandonare il comfort delle quattro mura.

Credit immagine copertina

Commenti Facebook


Il Milanese Imbruttito

Una pagina Facebook che nasce dopo un’attenta e imparziale osservazione della città, delle sue abitudini, del suo linguaggio e delle diverse tipologie umano/metropolitane che vivono e lavorano a MILANO.

La chiave e il tono ironico/realista che ne caratterizzano i contenuti, la identificano come riferimento e testimonianza moderna delle dinamiche sociali e dei cambiamenti linguistici all’interno della città.

Il Milanese Imbruttito non è né in orario, né in anticipo, né in ritardo; è già lì!

Vieni a trovarci sui nostri social!