1 0

Weekendino fuoriporta, next time: questa domenica si vota (e l’Imbruttito ha qualcosa da dire)

Attenzione: parole forti in arrivo.

Per dire la verità, nient’altro che la verità e solo la verità, il week-end è fatto per il 90% di sbatta.

Se rimani in città, ti troverai incastrato in un turbine di cose da fare: quelle che non puoi o non riesci a sbrigare durante la settimana. E indovina? Sono quasi sempre sbatte: pagare la bolletta, fare la spesa, andare all’outlet per il vestito del battesimo\matrimonio (perché Wedding is coming, la stagione è qui), andare dal meccanico, andare dai genitori di lui\lei. O l’evergreen trans-generazionale: pulire casa fino a renderla un laboratorio medico asettico.

Se invece per spirito d’avventura o avventata ingenuità hai in programma di partire per un week-end fuori porta, allora il mio pensiero va a te. Penso allo stress accumulato nelle settimane precedenti nell’organizzare la cosa, all’ansia con cui controllerai le previsioni, ai rituali antichi con cui invocherai il bel tempo per questo maggio che per sua natura dovrebbe essere caldo e soleggiato, ma lui non lo sa e piove lo stesso. Penso al traffico, alle code, ma anche al rapporto tra quantità di tempo passata a godere del week-end fuori porta minore di quella impiegata per arrivarci.

E allora sapete cosa? Sticazzi!

Almeno per il prossimo week-end fatevi un favore, seguite il consiglio del nostro Imbruttito e andate a votare per le Elezioni Europee: la sbatta più lieve che vi possa capitare per quei due giorni.

Anche perché: volete mettere la gioia di dire la vostra e farla valere per una volta?

Sicuramente vi riempirà di soddisfazione molto più che smadonnare nel traffico o in coda alle poste, o peggio ancora smadonnare nel traffico in coda al supermercato per cercare parcheggio.

Quindi il puntello è per domenica 26 maggio e non serve nemmeno controllare il meteo.

Guardate il video a questo link

Commenti Facebook


Il Milanese Imbruttito

Una pagina Facebook che nasce dopo un’attenta e imparziale osservazione della città, delle sue abitudini, del suo linguaggio e delle diverse tipologie umano/metropolitane che vivono e lavorano a MILANO.

La chiave e il tono ironico/realista che ne caratterizzano i contenuti, la identificano come riferimento e testimonianza moderna delle dinamiche sociali e dei cambiamenti linguistici all’interno della città.

Il Milanese Imbruttito non è né in orario, né in anticipo, né in ritardo; è già lì!

Vieni a trovarci sui nostri social!