3 0

A 15 anni vince 3 milione grazie a Fortnite: ecco cos’ha comprato come prima cosa

Quaranta milioni di giocatori, una finale composta da 100 concorrenti provenienti da 30 nazioni, un bottino da 30 milioni di dollari di premi. Questi sono i numeri da capogiro del torneo mondiale di Fortnite: il videogioco per consolle, pc e smartphone che ha stregato gamers di tutte le età. Come nella trama, sulla famosa isola – nel nostro caso, podio – ne è rimasto uno. Si tratta di Kyle Bugha Giersdorf, il giocatore professionista 16enne che ha vinto 3 milioni di dollari, il più alto premio nella storia degli esports.

A venir premiati nell’Arthur Ashe Stadium di New York sono stati anche il 15enne inglese Jaden Ashman con il partner olandese Dave Jong, classificatisi secondi. Per loro, 1.8 milioni di sterline da dividere. Ad aver attirato l’attenzione dei media di tutto il mondo è proprio l’uso che farà Jaden di questo ricco bottino.

Come riporta la BBC, il ragazzino intende investirne una parte per comprare una casa alla mamma e forse, spiccioli avanzati permettendo, anche una macchina. Questo per dimostrare che alla fine, 8 ore di allenamento al giorno hanno pagato… Eccome!

La donna non ha mai supportato particolarmente la passione per i videogiochi del figlio. Anzi, come una comunissima mamma, certe volte perdeva la pazienza: «Se devo essere onesta, sono sempre stata contraria a farlo giocare così tanto ai videogiochi. Ho sempre cercato di spingerlo a fare i compiti e ad andare a scuola. Una volta gli ho anche gettato via la sua Xbox e rotto un paio di cuffie».

Nonostante non capisse la passione del figlio, Lisa gli è stata accanto, e ora il ragazzino intende ripagala per tutti i sacrifici e i cristoni tirati: «Abbiamo litigato spesso. Pensava che stessi sprecando il mio tempo. Sono felicissimo di averle provato che so fare qualcosa» – ha affermato – «comprerò sicuramente una casa per mia madre, e anche una macchina visto che guida una piccola Fiat 500. Per me comprerò delle scarpe di Gucci».

Tutto bello, ma qualcuno qui conosce i propri polli: «Jaden non è una persona materialistica. A lui basterebbe una scorta a vita di Uber Eats e giocare ai videogiochi. Credo che userà i suoi soldi proprio per questo!», scherza la donna.

Alla competizione era presente anche l’Italia che si è aggiudicata il sesto posto a squadre ottenuto da Edoardo Carnifex Badolato che è tornato a casa con un bottino da 62.500 dollari.

Credit immagine, credit immagine copertina

Commenti Facebook


Il Milanese Imbruttito

Una pagina Facebook che nasce dopo un’attenta e imparziale osservazione della città, delle sue abitudini, del suo linguaggio e delle diverse tipologie umano/metropolitane che vivono e lavorano a MILANO.

La chiave e il tono ironico/realista che ne caratterizzano i contenuti, la identificano come riferimento e testimonianza moderna delle dinamiche sociali e dei cambiamenti linguistici all’interno della città.

Il Milanese Imbruttito non è né in orario, né in anticipo, né in ritardo; è già lì!

Vieni a trovarci sui nostri social!