4 0

Fermi tutti: perché Miley Cyrus si è tatuata il Biscione simbolo di Milano?

Si, è lo stemma di Milano e non una “scultura antica” caro Doctor Woo. Sarai anche il tatuatore delle star, ma al di fuori del dotwork con ago singolo – stile praticato dal suddetto – non c’azzecchi un’acca.

«Il biscione (in dialetto milanese el bisson) è un simbolo araldico ritratto nell’atto di ingoiare un fanciullo. La sua origine iconografica in Europa è ben nota nell’arte paleocristiana raffigurante il profeta Giona dell’Antico Testamento ingoiato da un serpente marino. È l’emblema della casata nobiliare dei Visconti ed è uno dei simboli più famosi della città lombarda di Milano», come riportato da Wikipedia. Ma andiamo al dunque.

Dopo l’addio definitivo a quella bomba sexy del marito Liam Hemsworth, appena 8 mesi dopo il matrimonio – Miley sei forse impazzita di nuovo? – l’artista è volata in Italia per prendersi una pausa dal suo primo divorzio. Vacanza da single? Macchè. Quella birbante di Cyrus è partita in compagnia della blogger Kaitlynn Carter, con la quale sarebbe già stata beccata a sbaciucchiarsi.

Al suo ritorno, per coronare questa nuova scappatella – o love story che sia – Miley ha deciso di fare qualcosa di molto speciale: tatuarsi lo stemma della nostra città, in onore dei bellissimi momenti trascorsi con la sua Kaitlynn.

A rendere nota la cosa è stato lo stesso tatuatore, pubblicando la foto del tattoo con la dida sbagliatissima che perculavamo a inizio del pezzo: «Una bella vecchia scultura che Miley Cyrus ha trovato in Italia».

I miei occhi, cosa leggono i miei occhi.

Credit immagine, Credit immagine copertina

Commenti Facebook


Il Milanese Imbruttito

Una pagina Facebook che nasce dopo un’attenta e imparziale osservazione della città, delle sue abitudini, del suo linguaggio e delle diverse tipologie umano/metropolitane che vivono e lavorano a MILANO.

La chiave e il tono ironico/realista che ne caratterizzano i contenuti, la identificano come riferimento e testimonianza moderna delle dinamiche sociali e dei cambiamenti linguistici all’interno della città.

Il Milanese Imbruttito non è né in orario, né in anticipo, né in ritardo; è già lì!

Vieni a trovarci sui nostri social!