0 0

Torna a Milano la seconda edizione di FEST: Il festival delle serie tv

Segnate sul calendario, cari serie tv addicted. Per chi ha fatto del binge watching un caposaldo della propria vita, abbiamo l’evento che fa per voi. Dal 20 al 22 settembre, nella prestigiosa location della Triennale Milano, torna la 2×01 (seconda edizione) di FeST: il Festival delle Serie Tv, ideato dai giornalisti Marina Pierri Giorgio Viaro, con il patrocinio del Comune di Milano, realizzato in collaborazione con BDC e DUDE. Il festival si va a inserire all’interno del calendario della Movie Week (la kermesse culturale dedicata al mondo del cinema e dell’audiovisivo).

Come per l’edizione pilot dell’anno precedente, nel sequel è stato scelto un tema: Breaking Stereotypes, ovvero, raccontare attraverso il linguaggio seriale gli stereotipi. A dar man forte a questa delicata tematica, la partnership con l’associazione no profit Diversity Lab – fondata da Francesca Vecchioni – che ogni giorno si impegna nel diffondere la cultura dell’inclusione.

Fest propone una serie di incontri, proiezioni in anteprima e masterclass dedicati a chi mangia, vive, lavora, respira il meraviglioso mondo delle serie televisive. Per questo motivo, ci onoreranno della loro presenza anche i più importanti player del mondo, come: Amazon Prime Video, De Agostini Editore, Discovery, Fox Networks Group Italy, Mediaset, Netflix, Rai Fiction, Sky, Turner e Viacom Italia.

Novità estremamente rilevante per gli aspiranti autori, sono le masterclass dell’area industry che faranno da ponte tra emergenti, produttori e broadcaster. Dopo aver frequentato un programma didattico in collaborazione con ALMED – la Scuola di Studi Superiori dell’Università Cattolica del Sacro Cuore – sarà possibile presentare i propri scritti a Cattleya, Fabula Pictures, Fox, Lux Vide, Netflix, Publispei e Sky.

E per i semplici appassionati? Una maratona di ospiti!

Personalità del settore: Eleonora Andreatta (Direttore Rai Fiction), Verdiana Bixio (Presidente Publispei), Daniele Cesarano (Direttore Fiction Mediaset), Nicola De Angelis (CEO & Executive Producer Fabula Pictures), Loredana Di Domenico (Programming & Content Acquisition Senior Director Discovery), Nils Hartmann (Direttore Produzioni originali Sky Italia), Andrea Occhipinti (Fondatore Lucky Red), Alessandro Saba (Vice President Head of Entertainment Channels Fox), Chiara Sbarigia (Direttore Generale APA), Felipe Tewes (Direttore delle serie originali internazionali Netflix) e Riccardo Tozzi (Presidente Cattleya).

Scrittori e sceneggiatori: Ezio Abbate (Headwriter di Curon), Franco BolelliRoberto Costantini (Il Commissario Balistreri), Leonardo Fasoli (Gomorra – La serie), Marco Missiroli (Fedeltà), Paola Randi (Luna Nera), Maddalena Ravagli (Gomorra – La serie), Sara Shepard (Pretty Little Liars e The Perfectionists) ed Eleonora Trucchi (Baby).

Se ancora non vi siete convinti ad abbandonare il divano: Marco Bocci, Margherita Buy, Nino Frassica, Fiammetta Cicogna, Lino Guanciale, Daniele Liotti, Rocío Muños Morales, Alice Pagani, Vittoria Puccini, Giorgio Tirabassi, il cast di #RICCANZA DELUXE, Antonio Dikele Di Stefano (fondatore Esse Magazine), Greta Ferro e Neva Leoni… potrebbero farvi cambiare idea.

Non dimentichiamoci di Colapesce, Coma_Cose Motta che racconteranno la loro vita da spettatori di serie!

Visto che il tema è rompere gli stereotipi e includere, non poteva mancare l’area kids, dove i nani potranno visionare contenuti ad hoc proposti da canali dedicati: DeAKids (De Agostini Editore), Nickelodeon (Viacom Italia) e Boomerang (WarnerMedia).

Per i bambinoni, in giardino sarà allestita una ludoteca – powered by Pendragon e a cura del giornalista ed esperto Lorenzo Fantoni – con giochi da tavola a tema serie tv. Per la prima volta in Italia, anche quello di Rick & Morty!

A chiusura della kermesse si terrà la serata in collaborazione con Le Cannibale. Si sa che il finale di stagione è quello che dà il colpo di grazia.

Per tutte le info, scoprire interventi ed orari, visitate il sito.

Credit immagine copertina

Commenti Facebook


Il Milanese Imbruttito

Una pagina Facebook che nasce dopo un’attenta e imparziale osservazione della città, delle sue abitudini, del suo linguaggio e delle diverse tipologie umano/metropolitane che vivono e lavorano a MILANO.

La chiave e il tono ironico/realista che ne caratterizzano i contenuti, la identificano come riferimento e testimonianza moderna delle dinamiche sociali e dei cambiamenti linguistici all’interno della città.

Il Milanese Imbruttito non è né in orario, né in anticipo, né in ritardo; è già lì!

Vieni a trovarci sui nostri social!