0 0

Una nonnina americana ha fermato il traffico con un phon facendolo sembrare un autovelox

Chi la fa, l’aspetti, o almeno questo è ciò a cui deve aver pensato l’ingegnosa nonna del Montana che l’ha fatta a tutti quelli con la malsana abitudine di sgasarle davanti al cancelletto come se non ci fosse un domani e nemmeno un limite di velocità.

Guerra, guerra aperta al traffico. La sciura – perché anche oltreoceano il tocco è riconoscibile – stanca di veder le auto sfrecciare a tutto gas davanti alla propria abitazione, si è messa al lavoro realizzando un piano da vera maestra dell’inganno. Per dare un taglio ma soprattutto un freno alla situazione, la signora Patti Baumgartner è scesa in strada armata di cadrega – la comodità prima di tutto – e phon.

Sì, avete letto bene. Un comune asciugacapelli bianco che la nonna, a mo’ di pistola, ha iniziato a puntare in direzione delle automobili con la precisione di un cecchino russo. Inutile dirvi che quei bambacioni dei guidatori, così bravi a schiacciare l’acceleratore, si sono fatti fregare dall’astuta mossa. Il phon infatti ricordava in tutto e per tutto un autovelox.

Il risultato? Il traffico ha iniziato a rallentare, la strada di Polson è tornata vivibile e la Patti è diventata la paladina di pedoni e ciclisti. Non solo. La geniale trovata ha fatto impazzire i social.

«Pensavo solo che fosse un modo divertente per far conoscere a tutti il problema del Montana, dove l’alta velocità è diffusa ovunque», ha affermato Patti, preoccupata per l’incolumità sua e dei nipoti.

E la polizia, in tutto ciò? È rimasta così colpita dal gesto da decidere di premiarla per l’impegno nei confronti della comunità, nominandola Honorary Montana Trooper, agente statale onorario.

Credit immagine copertina

Commenti Facebook


Il Milanese Imbruttito

Una pagina Facebook che nasce dopo un’attenta e imparziale osservazione della città, delle sue abitudini, del suo linguaggio e delle diverse tipologie umano/metropolitane che vivono e lavorano a MILANO.

La chiave e il tono ironico/realista che ne caratterizzano i contenuti, la identificano come riferimento e testimonianza moderna delle dinamiche sociali e dei cambiamenti linguistici all’interno della città.

Il Milanese Imbruttito non è né in orario, né in anticipo, né in ritardo; è già lì!

Vieni a trovarci sui nostri social!